Dopo anni di negozi chiusi la Valle ora sembra aver preso una strada inversa, commercialmente parlando. La riapertura, dopo trent’anni, dell’albergo Coira a Santa Brigida segue infatti quella dell’albergo Monte Avaro a , avvenuta nella primavera del 2006. L’albergo Coira è l’unica struttura alberghiera in paese e lo scorso anno è stato aperto anche il primo Bed & Breakfast della Valle Averara: il «Santa Brigida», ovviamente nell’omonimo paese, situato nella frazione Monticello.

Nel centro della Valle Averara, ovvero , sembra non mancare nulla: sono attualmente aperti tre negozi di alimentari, tre bar ristoranti e altrettanti bar, un negozio di abbigliamento, una merceria e una macelleria, una falegnameria e un’esposizione con rivendita di arredi. Il paese, inoltre, è servito da una filiale bancaria e dalle poste e, per svago o animazione in tutti i periodi dell’anno, sono attive la biblioteca e la Pro loco. è anche la sede della banda della Valle Averara.

Anche Cusio, con l’apertura dell’albergo ai Piani del nel 2006 e la presenza di sette attività commerciali in paese vuole cambiare direzione: di recente, infatti, è stata riattivata la sciovia della Santella del . Non c’è da nascondere, però, che negli ultimi vent’anni, anche la Valle Averara, dove si conta una popolazione di circa 1.100 abitanti, ha assistito alla chiusura di una ventina di punti vendita. A Santa Brigida dal 1985 hanno chiuso un albergo, quattro bar, tre parrucchieri e un sarto, tre alimentari, un negozio di scarpe e una lavanderia. Ad Averara è aperto solo un negozio di alimentari. Ma, almeno nel settore ricettivo, ora sembra aver invertito la tendenza.

Segno della volontà di rinascere»
Soddisfazione dell’avvio della nuova attività anche dal Comune di Santa Brigida. «Il 2008 si è concluso con l’apertura della sciovia a Cusio e del nuovo albergo a Santa Brigida, quindi non possiamo che essere felici di queste iniziative – spiega il sindaco di Santa Brigida Carluccio Regazzoni –. In paese mancava una struttura ricettiva da dieci anni e l’apertura del nuovo albergo è simbolo di un territorio che vuole rinascere col turismo». Anche la nuova sciovia all’Avaro è un primo passo verso il rilancio turistico della zona. «La pista da sci è stata voluta e realizzata dai Comuni di Cusio, Santa Brigida e Ornica – conclude il sindaco – con l’obiettivo di affiancare il turismo invernale a quello estivo».

L’Eco di Bergamo

ALBERGHI HOTEL RISTORANTI SANTA BRIGIDA
FOTOGRAFIE IMMAGINI DI SANTA BRIGIDA
ESCURSIONI SUI SENTIERI DI SANTA BRIGIDA