intensa per tutta la giornata. Ma se a Bergamo non si sono registrati grossi problemi per la circolazione, nelle valli la coltre bianca è scesa con intensità – fino a mezzo metro sopra i 1.200 metri di quota – creando qualche disagio. Valle Brembana: i primi fiocchi hanno cominciato a cadere nella tarda serata di martedì, poi ieri la è scesa per tutta la giornata. Nel tardo pomeriggio si misurava circa una trentina di centimetri di a partire dagli 800 metri di quota, da Branzi verso Foppolo e Carona, da Serina a Oltre il Colle, in Valle Taleggio e pure sulle della bassa valle.

Le conseguenze sulla viabilità non sono state particolarmente pesanti anche perché la Provincia ha attivato una task force di uomini e oltre una quarantina di mezzi sgombraneve e spargisale. Tutte agibile le strade dell’alta valle verso Valtorta, Cusio, Piazzatorre, Mezzoldo fino alla località castello dove la strada che sale al passo di San Marco è chiusa già dalla scorsa settimana. Medesima situazione per Roncobello e la Valle Fonda con la chiusura a ore per lavori della strada per Valleve e Foppolo e per le strade delle Valli Brembilla e Taleggio, di Dossena e della Valle Serina fino al passo di Zambla dove sono caduti alcuni alberi rapidamente rimossi.

A Sedrina le scuole sono rimaste chiuse nel pomeriggio di ieri. La nevicata ha reso problematica la circolazione nelle frazioni, tanto da richiedere la sospensione delle lezioni pomeridiane alle elementari. «Abbiamo deciso di tenere chiusa la scuola – ha spiegato il sindaco Agostino Lenisa – in quanto nelle frazioni, in particolare a Benago, Mediglio e Cler, le strade erano impraticabili per i pulmini che non sono riusciti a salire nemmeno con le catene da neve». Oggi le lezioni riprendono regolarmente.

Valle Seriana
L’abbondante nevicata di ieri mattina ha causato disagi alla circolazione sull’altopiano di Clusone, in Valle Seriana.
Il primo intervento alle 8 lungo la tangenziale che collega Clusone a Rovetta, nei pressi del ristorante La bussola. Un tir è scivolato a causa della neve ed è rimasto bloccato a lato della strada, rischiando di ribaltarsi. Per consentirne il recupero, grazie a una autogrù, il tratto è stato chiuso per quasi un’ora. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Clusone e gli agenti della polizia locale di Clusone e dell’Unione dei comuni della Presolana.
Poco dopo, intorno alle 10, gli agenti hanno operato lungo la strada che collega Rovetta a Castione, nei pressi del rondò di Onore che dà accesso all’Eurospin. Un albero, a causa del peso della neve, è caduto sulla carreggiata. Al momento dell’accaduto, fortunatamente, non stava transitando nessuno, ma la strada è rimasta chiusa per mezz’ora prima che la pianta venisse rimossa.
Sebino
Ha nevicato tutto il giorno, ieri, nell’alto Sebino e a Bossico e il manto bianco (30 centimetri) ha ricoperto alberi, case e colli. Meno poetica la mattinata alle scuole elementari: la campanella è regolarmente suonata alle 8, ma le maestre che vivono in altri paesi non sono riuscite a salire a Bossico e per di più un guasto, forse alla caldaia, ha mandato in tilt il riscaldamento. Così i genitori, dopo essere stati contattati dalla scuola, hanno riportato a casa alla chetichella i piccoli alunni. In zona non si sono registrati disagi particolari: ha nevicato dai 500 metri di quota in su, mentre a Lovere e Costa Volpino la neve si è alternata a pioggia. Le strade sono rimaste percorribili.

L’Eco di Bergamo