Dat Valli in F@miglia, formazione per imprese e cittadini

Zogno Non commentato »

FormazioneZogno – In un mercato sempre più competitivo ed in continuo mutamento, dove le nuove tecnologie fanno da padrone, a volte ci si promuove poco e male. Proprio per questo le imprese oggi per sviluppare il loro business nell’ottica di una piena e soddisfacente risposta alle esigenze dei propri clienti, hanno la necessità di investire in formazione, per continuare a generare crescita e sviluppo. Nasce seguendo proprio questa filosofia la proposta formativa del Distretto delle Attrattività Territoriali «Valli in F@amiglia», che proporrà a breve percorsi di formazione riservati alle attività produttive locali che operano nei settori del commercio e del turismo, oltre che ai residenti dei comuni del Dat (Zogno, Valbrembilla, Sedrina, Valtaleggio, Ubiale Clanezzo, Vedeseta, Blello, Moggio, Cassina, Cremeno, Pasturo). Si tratta di ben 80 ore di formazione completamente gratuita ed improntata su più temi: dal web marketing per la promozione del turismo all’accoglienza e alla comunicazione orientata al cliente, passando per le opportunità finanziarie e di accesso al credito fino all’inglese per il turismo. «Ampliare la propria conoscenza del web per chi opera nel settore del turismo è oggi più che una necessità – ha spiegato Giampaolo Pesenti, assessore delegato al Commercio e Turismo del Comune di Zogno-.

CONTINUA ARTICOLO »

Nature, Art & Habitat in Valtaleggio

Taleggio Non commentato »

foto credit_Mick Dalrymple_NAHR group 2015Taleggio – Nella verde cornice della Val Taleggio (BG), ha preso avvio da pochi giorni Nature, Art & Habitat (NAHR), programma di residenza estivo che raduna una decina di ricercatori multidisciplinari da tutto il mondo invitati all’osservazione, all’analisi, all’emulazione della natura. Il progetto di studio dedicato alla biodiversità dei luoghi trova il suo fondamento nell’immersione nella natura montana quale fonte di ispirazione creativa e si propone come modello eco-sistemico di ricerca e attività culturali capaci di rivelare il forte legame tra gli organismi viventi (essere umani, specie vegetali e animali) e lo sviluppo di principi sostenibili per una convivenza più resiliente. Gli obiettivi dell’iniziativa includono inoltre quello di stabilire un contatto diretto con le comunità locali, di attivare collaborazioni e di stabilire nuove relazioni partecipative e imprenditoriali attraverso l’ideazione di progetti bio-ispirati capaci di calamitare attenzione globale sia grazie alla partecipazione internazionale che alla sua divulgazione online.

Ideatrice del programma è l’arch. Ilaria Mazzoleni residente da circa 20 anni negli Stati Uniti e docente di biomimetica presso il Southern California Institute of Architecture (SCI-Arc) di Los Angeles: facendo spesso ritorno nella sua valle di origine e intuendo il vigore delle risorse naturali ha pensato di orientare la propria passione ed esperienza alla valorizzazione dei territori montani locali.

 

CONTINUA ARTICOLO »

Il Premio Arrigoni va al “custode” dello Strachitunt

Taleggio Non commentato »

Taleggio – Stesso luogo, il Monastero San Pietro in Lamosa a Provaglio d’Iseo, ma con un giorno di anticipo rispetto alle precedenti edizioni. L’appuntamento con la consegna del terzo premio alla memoria di Francesco Arrigoni, giornalista enogastronomico scomparso prematuramente nell’agosto del 2011, è fissato per le 11 di domenica 3 maggio (il 4 ricorre l’anniversario della nascita). A consegnarlo nelle mani del vincitore sarà come sempre la moglie Antonella Colleoni, anche presidente della giuria costituita da amici di Francesco e compagni di strada.

CONTINUA ARTICOLO »

Ziera da Dossena incoronata regina degli allevamenti

Serina Non commentato »

Regina-Valle-Brembana41Serina – Tra le tante ricorrenze del calendario potrebbe esserci anche un giorno dedicato all’orgoglio contadino. E, anche se non in via ufficiale, in qualche modo è stato celebrato ieri a Serina in occasione della seconda edizione del concorso delle regine e delle reginette degli allevamenti. Si tratta degli esemplari bovini che si erano affermati nelle sei fiere zootecniche della Valle Brembana degli scorsi mesi di settembre ed ottobre. La manifestazione è stata organizzata dal Comune, dalla Comunità montana Valle Brembana e dalla Banca di credito cooperativo di Sorisole e Lepreno, la logistica è stata curata in maniera impeccabile dal l ’Associazione manifestazioni agricole e zootecniche di Valserina, all’altezza anche per la promozione di eventi di settore di alto livello e fuori dai confini della valle.

CONTINUA ARTICOLO »