Serina: recupero centri storici e nuovo campo sportivo

Serina Non commentato »

Festa-Sergio-Bonaldi1Serina – Una sostanziale conferma delle opere pubbliche approvate nell’ultimo piano della vecchia Amministrazione comunale. È quanto è emerso nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale di Serina che, all’ordine del giorno, aveva ilpiano triennale delle opere pubbliche. «Abbiamo mantenuto il piano approvato all’inizio dell’anno dalla precedente Amministrazione sulla cui linea vogliamo far proseguire il nostro lavoro», ha spiegato il sindaco Giovanni Fattori. Nel piano trovano quindi spazio la realizzazione di un campo sportivo e di una sala polivalente a Corone, la riqualificazione del centro storico di Lepreno, il rifacimento dell’acquedotto nella parte bassa di Serina, la sistemazione del palasport di Serina, la riqualificazione del centro storico di Valpiana, la sistemazione di mulattiere e sentieri e la messa in sicurezza del tratto stradale vicino all’attraversamento pedonale del parco alpini. Inoltre, con l’obiettivo del risparmio energetico, è stata inserita la riqualificazione energetica degli edifici comunali.

CONTINUA ARTICOLO »

Serina si ferma per la regina delle Fiere bovine

Serina Non commentato »

serinaSerina – Appuntamento a Serina con la tradizionale e ultradecennale Mostra concorso delle bovine di razza bruna. Un evento che catalizza la presenza nel capoluogo delle valle di alcune migliaia di visitatori creando sinergia tra settore agricolo e terziario (turismo e commercio), elemento focale per la vita economica di questa vallata. Il concorso dei formaggi La grande manifestazione ha avuto un prologo sabato scorso con la seconda edizione del concorso del miglior formaggio della valle, manifestazione promossa dalla Comunità montana di Valle Brembana e dal Comune di Serina, patrocinata dalla Bcc di Sorisole e Lepreno, e organizzata dall’Associazione manifestazioni agricole e zootecniche di Valle Serina, finalizzata al miglioramento ed alla promozione della produzione casearia tipica della valle.

CONTINUA ARTICOLO »

Mungiamo ancora a mano Anche così si aiuta la montagna

-La Valle Brembana Non commentato »

Rimanere fedeli alla tradizione, alla genuinità, a una storia che si tramanda da secoli a volte non è facile. Soprattutto se dall’altra parte c’è la possibilità di produrre e guadagnare di più. Ma la famiglia di Ignazio Carrara e Silvia Carobbio compromessi non ne ha cercati e voluti. Così da generazioni e decenni producono formaggio sempre allo stesso modo. Come fecero i loro avi: con un’alimentazione per le vacche senza uso di mangimi. Arrivano da Valpiana di Serina. Sono una delle poche famiglie di allevatori ancora rimaste in paese, in un momento di crisi anche per questo settore agricolo. Dove forse sarebbe stato facile cedere alla tentazione degli allevamenti intensivi. Loro, invece, continuano nel solco della tradizione. Così, quando le vacche sono nei pascoli di Valpiana, preferiscono ancora mungere a mano.

CONTINUA ARTICOLO »

Serina, grande festa al campione Bonaldi orgoglio della valle

Serina Non commentato »

Festa-Sergio-Bonaldi37Serina – È stata folta la partecipazione della comunità di Serina e degli appassionati di sci della Valle Brembana e della Valle Seriana alla manifestazione che il Comune, lo Sci club Valle Serina, i gruppi alpini di Serina, Valpiana e Bagnella e la banda musicale hanno organizzato per festeggiare Sergio Bonaldi Un giusto tributo per la sua vittoria all’edizione 2013 della Fis Marathon Cup, ovvero la Coppa del Mondo sulle lunghe distanze. Il campione è stato accolto in piazza dove si è formato il corteo che ha percorso il centro storico: avanti i ragazzi dello Sci club Valserina e di altri club del fondo nonché le rappresentanze di numerose società sportive della valle, quindi la banda musicale le cui esecuzioni sono state sovrastate a tratti dallo scampanio della chiesa parrocchiale. A seguire il campione scortato dal sindaco Michele Villarboito, dai numerosi fondisti serinesi olimpionici del passato e dagli alpini, perché Bonaldi è alpino in servizio permanente. E poi una gran folla che la pur capiente sala del teatro parrocchiale è riuscito a contenere soltanto in parte. Qui il saluto al campione è stato espresso dai ragazzi del locale istituto comprensivo che hanno cantato per lui un adattamento di «You are the champion».

CONTINUA ARTICOLO »