Quaranta gruppi di penne nere sfilano nel ricordo di Nikolajewka

Branzi Non commentato »

Nikolajewka2014-15Branzi – La simpatia per gli alpini è sempre vivissima, e si è avuta ancora una volta testimonianza in proposito ieri a Branzi che ha ospitato la quarantatreesima edizione della manifestazione del ricordo della tragedia di Nikolajewka sul fronte russo nel corso della Seconda guerra mondiale. Tanta folla di valligiani dell’alta Valle Brembana e ancora di vacanzieri di ritorno da una splendente giornata sulla neve, e scroscianti e ininterrotti applausi al corteo che è sfilato dal municipio al piazzale del monumento ai Caduti, a far da contrappunto alle musiche della Fanfara alpina di Scanzorosciate.

CONTINUA ARTICOLO »

A Foppolo il Parallelo di Natale

Foppolo Non commentato »

Foppolo-Ski15Foppolo – l Parallelo di Natale 2013 si svolgerà martedì 24 dicembre, giorno di vigilia, in Valle Brembana, a Foppolo, la regina delle stazioni invernali bergamasche gemellata con Carona e San Simone di Valleve nel comprensorio sciistico Brembo Ski. Lo hanno concordato l’organizzatore Angelo Bertocchi, presidente dello Sci Club Selvino “Toni Morandi”, e gli operatori del centro turistico brembano, che entra così nella ristretta élite delle località ospitanti la tradizionale gara di Auguri degli sciatori Azzurri ai cultori degli sport sulla neve. In occasione dei 25 anni dalla prima edizione (avvenuta a Selvino nel 1988), il Parallelo di Natale 2013 assegnerà il “Memorial Rolly Marchi” dedicato al famoso ed indimenticabile giornalista recentemente scomparso e ideatore negli Anni ’70 della prima serie della manifestazione con cui le Nazionali di sci alpino aprivano la stagione insieme al “Pool” di fornitori tecnici della Fisi. Foppolo si prepara ad ospitare addirittura una “Due Giorni” dedicata al Parallelo di Natale 2013. Infatti lunedì 23 dicembre, il giorno prima della Gara degli Auguri, avrà luogo il Parallelo degli sci club orobici, i cui finalisti avranno in premio la partecipazione alla titolata competizione.

CONTINUA ARTICOLO »

Orobie Ski: Si torna in pista, il circo bianco apre in anticipo

-La Valle Brembana Non commentato »

prezziOrobie Ski – Neve quanto basta, freddo pungente e, almeno in questi giorni, sole splendente. Gli ingredienti per un avvio di stagione sciistica coi fiocchi ci sono tutti. Forse come non accadeva da alcuni anni. Da sabato si torna a sciare anche sulle Orobie, in otto stazioni: c’è chi aprirà pochi impianti, chi quasi tutto il comprensorio. Chi, come Foppolo e Piani di Bobbio- Valtorta, resterà aperto poi tutti i giorni, mentre gli altri chiuderanno lunedì per riaprire con il fine settimana dell’Immacolata. Nel comprensorio di Brembo Ski (Foppolo, Carona, San Simone-Valleve), impianti in funzione da sabato. «Sul terreno si contano 60 centimetri di neve fresca alle quote più alte, mentre a 1.650 metri (quota di partenza) circa 30 centimetri. Inoltre, grazie all’abbassamento delle temperature, sono stati azionati i cannoni , in modo da offrire il maggior numero di piste aperte».

CONTINUA ARTICOLO »

Branzi, strada pericolosa, lavori fermi da sei anni

-La Valle Brembana Non commentato »

Alta Valle Brembana – Lavori al palo, da almeno sei anni. Anzi, lavori mai iniziati. E il tratto di strada che, per 500 metri, sale dal bivio di Carona verso Foppolo, resta sempre pericoloso. Siamo in territorio di Branzi ma la strada è fondamentale per l’accesso a Valleve e Foppolo, quindi a tutto il comprensorio sciistico di Brembo Ski. Una vera e propria odissea quella della prevista messa in sicurezza del tratto di provinciale: assegnati all’impresa vincitricedel bando nel novembre 2007, per una spesa di circa due milioni di euro, di fatto i lavori non sono mai partiti. Barriere e reti di protezione Il percorso pericoloso è di circa 500 metri: qui la carreggiata è larga, in alcuni punti, non più di quattro metri, con uno strapiombo da un lato e le rocce della montagna dall’altro. Già dal 2007 la Provincia aveva in programma di mettere in sicurezza la strada allargando la carreggiata, posando barriere e reti sulle rocce. Ma problemi con l’impresa che aveva vinto l’appalto, allungarono i tempi, fino allo scioglimento del contratto.

CONTINUA ARTICOLO »