Il rifugio Benigni sommerso da 4 metri di neve

-La Valle Brembana Non commentato »

rifugiobenigni--------3Ornica – Un mare di neve, nel vero senso della parola, quello che si trova sulle Prealpi Bergamasche in questo bizzarro inverno. Il rifugio Benigni, posto alla quota di 2222 metri, è circondato da, si stima, 4 metri di neve, la struttura alta Cinque metri e mezzo verrà probabilmente sommersa nei prossimo giorni, dato che sono previste nevicate, anche moderate fino a venerdì. Da quando è stata installata la webcam che mostra il rifugio, nel 2009 e benedetta dai frati portoghesi di Fatima, non si era mai vista tanta neve, e nonostante il maltempo ha sempre funzionato.

CONTINUA ARTICOLO »

Un metro di neve in valle Brembana, Foppolo isolata

-La Valle Brembana Non commentato »

OLYMPUS DIGITAL CAMERAAlta Valle Brembana – Ancora disagi in alta valle Brembana a causa della neve, che ha ormai quasi raggiunto il metro. In particolare a Foppolo nella notte e’ rimasta chiusa, come disposto dalla Provincia, la strada che porta al paese, rimasto dunque completamente isolato. Il rischio valanghe e’ a livello 4 (forte; la scala va da 1 a 5). La strada restera’ aperta dalle 7 alle 17: situazione che si ripetera’ fino a martedi’, a mezzogiorno. Disagi per il pericolo valanghe anche ad Ardesio, per la frazione Ludrigno.

CONTINUA ARTICOLO »

Valleve, si allungano le barriere per fermare massi e valanghe

Valleve Non commentato »

paravalangheValleve – Due nuovi provvedimenti per la viabilità locale. Nella seduta di ieri la Giunta provinciale ha approvato il progetto per le opere di completamento per la messa in sicurezza dalla caduta massi e valanghe della strada provinciale Lenna – Foppolo (dal chilometro 54 al 54,2) in località Vago, nel comune di Valleve. Il progetto prevede di poter incrementare i lavori già eseguiti sulla strada. Si procederà quindi all’allungamento della copertura, in modo da proteggere la sede stradale per un tratto più ampio, e alla sagomatura del pendio sopra la copertura per ridurre l’attuale forte impatto ambientale e per proteggere la soletta da urti diretti di massi in caduta.

CONTINUA ARTICOLO »

Cade per 150 metri in un canalone, grave escursionista

Oltre il Colle Non commentato »

34-Arera_2013-05-04Oltre il Colle – Era in vista della vetta dopo una robusta camminata d’avvicinamento quando all’improvviso gli è mancato letteralmente il terreno sotto ai piedi: una cornice di neve è crollata facendolo scivolare in un canalone per circa 150 metri. La disavventura è toccata a un escursionista bergamasco di 55 anni diretto sull’Arera insieme ad altri due compagni. Dopo la brusca caduta è stato allertato il soccorso alpino e il ferito è stato recuperato con l’elicottero del 118 e portato all’ospedale in codice rosso per una serie di gravi ferite e contusioni. L’infortunio si è verificato nel territorio di Oltre il Colle, dove ieri mattina tre escursionisti si erano incamminati per raggiungere la zona dell’Arera, la montagna che con i suoi 2.512 metri d’altezza separa la valle Seriana dalla valle Brembana. La cima innevata è una meta di tutto rispetto per quanti amano la montagna e ieri, con una mattinata salutata da sole e cielo limpido, pareva particolarmente appetibile. Il terzetto di escursionisti, attrezzato di tutto punto, si è avventurato sui percorsi contornati dalla neve.

CONTINUA ARTICOLO »