San Pellegrino usa la testa e mette sotto il Baradello

San Pellegrino Terme Non commentato »

San-PellegrinoSan Pellegrino Terme – Sfida d’alta classifica equilibrata e avara di emozioni, pesantemente condizionata da un terreno in pessimo stato. Sul neutro di Villa d’Ogna, il San Pellegrino conquista una vittoria di estrema importanza, mostrando solidità e cinismo, e in attesa dei risultati di Pradalunghese e San Paolo, in campo lunedì, si porta a -2 dalla vetta. Il Baradello, invece, pur lottando per 90’, perde e si complica la corsa playoff. Nella prima mezz’ora, le due squadre si affrontano con intensità e agonismo, e la partita si gioca soprattutto a centrocampo. Tuttavia, a causa dei continui rimbalzi irregolari che impediscono di giocare palla a terra, il match stenta a decollare e i portieri non vengono mai impegnati seriamente.

CONTINUA ARTICOLO »

Giovani in alpeggio, è boom di richieste

-La Valle Brembana Non commentato »

Fiera-ValserinaSarà la crescente disoccupazione, sarà anche il desiderio di ritornare a una vita a contatto con la natura e di cambiare stile di vita. Sta di fatto che sempre più ragazzi e giovani chiedono di poter lavorare in estate in alpeggio. La stagione è ancora lontana – in genere va da giugno a settembre – ma le richieste di poter fare un’esperienza lavorativa sulle nostre montagne, accanto agli allevatori, arrivano già ora. A testimoniarlo è Michele Corti, docente di zootecnia montana e storico degli alpeggi, che da alcuni anni ha aperto sul web, in collaborazione con due associazioni (Amamont e Pascolovagante), una sorta di «bacheca virtuale» dove si raccolgono le richieste di ragazzi e giovani che vorrebbero lavorare in montagna (www.ruralpini. it).

CONTINUA ARTICOLO »

Branzi, strada pericolosa, lavori fermi da sei anni

-La Valle Brembana Non commentato »

Alta Valle Brembana – Lavori al palo, da almeno sei anni. Anzi, lavori mai iniziati. E il tratto di strada che, per 500 metri, sale dal bivio di Carona verso Foppolo, resta sempre pericoloso. Siamo in territorio di Branzi ma la strada è fondamentale per l’accesso a Valleve e Foppolo, quindi a tutto il comprensorio sciistico di Brembo Ski. Una vera e propria odissea quella della prevista messa in sicurezza del tratto di provinciale: assegnati all’impresa vincitricedel bando nel novembre 2007, per una spesa di circa due milioni di euro, di fatto i lavori non sono mai partiti. Barriere e reti di protezione Il percorso pericoloso è di circa 500 metri: qui la carreggiata è larga, in alcuni punti, non più di quattro metri, con uno strapiombo da un lato e le rocce della montagna dall’altro. Già dal 2007 la Provincia aveva in programma di mettere in sicurezza la strada allargando la carreggiata, posando barriere e reti sulle rocce. Ma problemi con l’impresa che aveva vinto l’appalto, allungarono i tempi, fino allo scioglimento del contratto.

CONTINUA ARTICOLO »

Fulmine uccide tre mucche, un’altra fugge, cade e muore

Blello Non commentato »

temporaleBlello – Il temporale le ha colte di sorpresa mentre si trovavano a pascolare nei prati sopra il piccolo centro abitato di Blello, tra Valle Imagna e Val Brembilla, e così non sono riuscite a sfuggire a un fulmine di un temporale improvviso che le ha uccise sul colpo. Protagoniste di questa triste vicenda, loro malgrado, tre di quattro vacche di proprietà di un allevatore della zona, che gravita tra Blello e Corna Imagna e che tutti i giorni le curava e le faceva uscire ed entrare dalla stalla.

CONTINUA ARTICOLO »