Costa Serina, un successone la marcia «Ministracosta»

Costa Serina Non commentato »

Costa Serina – È lo statunitense ma trapiantato a Costa Serina Jeremy Carlson, di 30 anni, il vincitore della diciannovesima edizione della Ministracosta, la camminata non competitiva per le vie di Costa Serina. Anche l’appuntamento di quest’anno si è rivelato una giornata di festa che ha coinvolto circa un migliaio di persone: poco meno di 500 sono stati gli iscritti alla camminata, equamente distribuiti tra i percorsi di uno, tre e cinque chilometri, e altrettanti quelli presenti in piazza per assistere alla manifestazione. Ad animare la giornata sono stati i balli delle majorette «Butterfly» di Brembilla e le canzoni del gruppo musicale «Friends for music» di Costa Serina. La prima donna sul percorso di cinque chilometri è stata la serinese Carolina Tiraboschi, mentre per quanto riguarda il tracciato di tre chilometri si è imposto il costaserinese Luca Gherardi e la prima donna è stata Daniela Bonaiti di San Giovanni Bianco.

CONTINUA ARTICOLO »

La storia di Trafficanti nel nuovo libro di di Gherardi

Costa Serina Non commentato »

patrono Sant' ErasmoCosta Serina – Anche se siamo solo in 85 persone, non dobbiamo dimenticare la storia di questa piccola frazione». Mario Gherardi, 60 anni, parla così di Trafficanti, frazione di Costa Serina dove è nato e cresciuto e per la quale ha scritto un libro dal titolo «Oratorium sub titulo. S. Erasmi ep. et M. In Vico Trafficantium». Il testo parla della storia di Trafficanti, con documenti fedelmente trascritti risalenti agli inizi del 1700, relativi all’oratorio intitolato a Sant’ Erasmo. « In realtà – precisa Gherardi – l’oratorio esisteva già prima del diciottesimo secolo, ma non era presente nel catasto di allora essendo solamente un piccolo rudere inutilizzato».

CONTINUA ARTICOLO »

Eccidio di Cornalba l’Anpi commemora la Brigata XXIV Maggio

Cornalba Non commentato »

cornalba_invernaleCornalba – Torna l’appuntamento con la commemorazione dei partigiani della Brigata Giustizia e Libertà “XXIV Maggio”. Come ogni anno, l’ultima domenica mattina di novembre, il comitato provinciale bergamasco dell’Anpi ricorda i rastrellamenti perpetrati dai nazifascisti in Valbrembana. Il programma delle iniziative di domenica 24 novembre prevede: alle 8,30 il ritrovo al Palazzetto dello Sport a Bergamo in via Cesare Battisti, con la successiva partenza dell’autocolonna che, poi, salirà in valle. Lungo il percorso, si effettueranno alcune soste per omaggiare alcuni luoghi in cui i nazifascisti uccisero i partigiani, ovvero in prossimità delle lapidi di Zogno, Ambria, Algua e Rosolo.

CONTINUA ARTICOLO »

La carovana della Via Mercatorum, il primo spot? Sono i suoi abitanti

-La Valle Brembana Non commentato »

mercatorumMa chi l’ha detto che i bergamaschi sono inospitali? Da Nembro a Oneta è bastato il tam tam dell’arrivo dei «novelli viandanti » per scatenare una gara d’accoglienza. Nella valletta del Budro, quel cameo di natura che sale verso il passo della Crocetta, tra Serina e Dossena, c’era il Giacomo «Pì d’Albì» a dare il benvenuto. Di buona lena, ha preso l’acqua dalla fonte e ha aspettato che il gruppo arrivasse per «mettere su» il tè per tutti nel suo cascinale. E lì ha raccontato la sua storia: «Qui, proprio qui, si doveva costruire una strada carrabile. Ma avrebbe “coperto” il tracciato della Via Mercatorum. E allora ho detto: prendete questo pezzo del mio terreno, ma non toccate la Via Mercatorum». E così è stato. A Grumo, frazione di San Pietro d’Orzio, invece, ci ha pensato una gentile abitante a schiudere i tesori custoditi dalla chiesetta dedicata ai Santi Giacomo e Filippo. «Quando siamo arrivati, ci aspettava sul sagrato con le chiavi, senza che l’avessimo avvisata». Così come a Serina un giovane neolaureato ha fatto da Cicerone tra le opere d’arte di Palma il Vecchio. E diversi amministratorihanno portato il loro saluto. «Con la fascia Tricolore, e noi con gli zaini e gli scarponi».

CONTINUA ARTICOLO »