Torri e cunicoli, prende forma il castello misterioso di Roncobello

Roncobello Non commentato »

Roncobello – Sta tornando alla luce un’opera storica che da secoli giaceva nascosta nella vegetazione che, indisturbata, è cresciuta sulla collina posta in località Forcella di Bordogna, frazione di Roncobello. Pochi resti e poche tracce lasciavano presagire ciò che sarebbe stato rinvenuto. Un castello di epoca bassomedievale: è questa la scoperta che i ricercatori storici Gabriele Medolago e Francesco Macario, nel corso della loro ricerca sulla storia di Roncobello, hanno fatto qualche anno fa, spinti dal nome «Castello» con cui viene chiamata la zona in cui si è svolto il ritrovamento.

CONTINUA ARTICOLO »

Alpini, nuovi gruppi a Fuipiano e Laxolo, Cortei e paesi tricolori

Brembilla Non commentato »

alpini3bisBrembilla – Il 276° gruppo alpini della Bergamasca è quello di Laxolo di Brembilla, il 277° quello di Fuipiano Imagna. Sono gli ultimi due nati nella grande famiglia delle penne nere orobiche. Fuipiano Imagna ha celebrato la fondazione domenica scorsa mentre la più popolosa frazione brembillese si appresta oggi a suggellare l’evento. Laxolo da alcuni giorni è infatti addobbata di Tricolori per ilbattesimo del neonato gruppo degli alpini, che si staccano ufficialmente da quelli di Brembilla. E la frazione ha accolto con entusiasmo l’annuncio dei giorni scorsi, quando la fondazione del gruppo è diventata ufficiale. «Abbiamo deciso questa primavera – racconta il capogruppo di Laxolo Giacomo Vanotti – visto che nella nostra comunità sono tanti i giovani alpini e che la proposta di fondare un gruppo a parte ha cominciato a girare e a piacere a molti. Ci siamo organizzati, abbiamo raccolto consensi e adesioni, così abbiamo presentato richiesta a Bergamo. Al momento gli alpini che hanno aderito e che quindi compongono il gruppo sono 35.

CONTINUA ARTICOLO »

Dossena e il Madunù. Una storia di 155 anni

Dossena Non commentato »

Madunu-DossenaDossena – Nella giornata di oggi – come accade ormai da 155 anni nel venerdì che precede la Settimana Santa – la comunità di Dossena rinnova la tradizione del «Madunù », uno dei momenti di religiosità più intensi di tutta la Valle Brembana. È il giorno in cui si ricordano i «sette dolori» della Madonna, portando in processione il grande simulacro ligneo della Pietà composto dalla croce, dalle statue della Vergine Addolorata e del Cristo morto con sei angioletti. Dalle braccia della Vergine pendono i monili offerti in segno di grazie ricevute dalle famiglie del paese. Il culto della Madonna è plurisecolare a Dossena e testimonianze pittoriche in tema sono ben presenti nella ricca quadreria della millenaria chiesa plebana, dedicata a San Giovanni Battista, che per secoli ebbe giurisdizione su buona parte della Valle Brembana.

CONTINUA ARTICOLO »

Dagli sci ai fuochi danzanti, Brembilla si veste a festa

Brembilla Non commentato »

Brembilla – Centoventi bancarelle, luna park, dimostrazione di antichi mestieri, una fattoria degli animali, esibizioni canine, e poi tornei sportivi con lo sci d’estate, ancora area giochi per bambini, fuochi artificiali, concorsi di bellezza, il volontariato in mostra, musica, cucina e tanto altro. La «Festa di Sant’Antonio» di Brembilla, tradizionale sagra di giugno organizzata da Comune, distretto del commercio, Pro loco Val Brembilla, col patrocinio del Consiglio regionale, si ripropone domani e domenica con un menu ancora più ricco.

CONTINUA ARTICOLO »