Reperti dell’età del Bronzo rinvenuti a Pizzino

Taleggio Non commentato »

Taleggio – Importante novità nel panorama archeologico della Valle Brembana:  alcuni mesi fa, nei pressi della Corna di Pizzino, durante i lavori di scavo per la costruzione di una strada privata, sono stati rinvenuti nel terreno un gran numero di frammenti ceramici che, come afferma la dottoressa Cristina Longhi della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, per l’impasto, la forma e la decorazione sono attribuibili a una fase tarda dell’età del Bronzo (1400-1100 a.C. circa). La presenza dei frammenti, parte di recipienti di utilizzo quotidiano, indica che probabilmente nei pressi doveva sorgere un abitato. Nulla di certo può essere detto prima di un’indagine archeologica stratigrafica che verifichi se, di questa antica frequentazione, sia rimasta una testimonianza più consistente.

CONTINUA ARTICOLO »

La vacanza? In alpeggio Taleggio ci sta

Taleggio Non commentato »

Taleggio – Tanti escursionisti e con lorooperatori agricoli della valle e amministratori locali, per una bellissima giornata estiva. Questo il contesto della bella festa in alpe che si è celebrata domenica a Piazza Cavalli, un alpeggio del comune di Taleggio gestito dal malgaro Sergio Vitari che qui produce taleggio dop e altri genuini prodotti di montagna. La cascina è di recente ristrutturazione ed è dotata di una decina di posti letto voluti nell’ottica dell’attivazione di un agriturismo di quota: una postazione strategica per numerosissime ed interessanti escursioni montane, godendo di panorami a 360° di incomparabile fascino ambientale.

CONTINUA ARTICOLO »

La cultura della baita

-La Valle Brembana Non commentato »

Le baite, disseminate in tutta la nostra Alta Valle, rappresentano bene la vita secolare dei nostri antenati scandita sulle montagne secondo il tempo e le stagioni. Per questo le baite ci parlano, e la natura in cui le baite sono immerse ci attira anche oggi dove una vita tecnologizzata e frenetica ci lascia spesso storditi e vuoti. La natura ci parla, parla al mandriano e al contadino, come al filosofo, al letterato e all’uomo religioso. I nostri antenati che hanno vissuto vite intere in montagna hanno lasciato a noi della Valle i loro geni, le loro emozioni, anche inconsce, di fronte ai cambiamenti meravigliosi delle stagioni, di fronte a un bosco innevato, a un prato fiorito, alla luna che esce da un’abetaia, o a un camoscio che si rifugia nel bosco. La natura ci parla, e i fortunati che hanno i geni degli avi montanari meglio degli altri capiscono il suo linguaggio, perché non tutti lo comprendono.

CONTINUA ARTICOLO »

Vissani: il formaggio migliore al mondo resta lo Strachitunt

Taleggio 1 Commento »

 Taleggio – L’improvviso arrivo dell’inverno, con la domenica «baciata» dalla prima neve stagionale, non ha guastato la «Sagra dello Strachitunt», svoltasi domenica a Pizzino di Taleggio. La partecipazione all’edizione più attesa, perché la prima dopo l’ottenimento della certificazione Dop, peraltro in attesa della necessaria «norma transitoria», è stata comunque molto alta, a testimonianza del grande affetto dei numerosi estimatori del formaggio che qualche anno lo chef Vissani sentenziò essere il «più buono al mondo». «Merito della discreta partecipazione – spiega Alvaro Ravasio – è stata senz’altro la vittoria finale per l’ottenimento della Dop, in concessione transitoria, che ha consacrato il prodotto della Val Taleggio». CONTINUA ARTICOLO »