Cani pastore in gara “Chi li picchia non sa insegnare”

Cusio Non commentato »

Cusio – «Quanto accaduto al passo di Crocedomini è assurdo ed esecrabile. Il legame che si crea tra il pastore e il suo cane da lavoro è ancora più forte di quello tra una persona e un semplice cane da compagnia. E gli alpeggiatori non sono assolutamente così». La condanna, ieri ai Piani dell’Avaro di Cusio – dove si disputava l’11° campionato di cani da pastore – è stata unanime. Del malgaro che a metà luglio, a Breno, nel Bresciano, ha ucciso a bastonate e sassate il suo cane perché divenuto mordace e poco utile al lavoro, quasi non si vuole parlare. Perché un gesto del genere – dicono gli allevatori e alpeggiatori – non fa parte della nostra cultura. Un gesto che però, a Breno, ha convinto il Comune ad annullare la storica gara dedicata proprio ai cani da pastore, manifestazione storica che si svolgeva dal 1988.

CONTINUA ARTICOLO »

I sapori della tipicità, della tradizione, del territorio

Zogno Non commentato »

Inviti 7 dicembre 2013Zogno – Lo chef Elvio Beretta ha creato un marchio di nuove specialità alimentari che partendo da materie prime locali reinventano la cucina bergamasca. Una ventina i prodotti ideati. «Sono partito dalla storia per continuare a fare la storia della nostra gastronomia». Di creatività e voglia di innovazione Elvio Beretta ha sempre dato dimostrazione nel suo percorso professionale. Quarantaquattro anni, di Cividino, è stato il primo chef a portare, giovanissimo, a Bergamo la nouvelle cuisine, all’inizio degli anni Ottanta alla Trattoria del Sommelier di via San Tomaso, premiata anche dalla stella Michelin. Nel ‘92 ha aperto il ristorante Paladina, che ha gestito fino al 2006. «Già da una decina d’anni – spiega – avevo in testa questo nuovo progetto, l’anno scorso ho deciso di accettare la sfida». Una sfida che è anche un po’un ritorno a casa perché con l’associazione Bocabuna ha nella Valle Calepio – nel vino, nelle aziende, nei luoghi – uno degli assi portanti della sua cucina.

CONTINUA ARTICOLO »

La variante di Zogno slitta al 2015

-Speciale Variante di Zogno Non commentato »

Variante-ZognoZogno – Sarà completata e aperta al pubblico a febbraio del 2015 la variante di Zogno, l’infrastruttura da oltre 60 milioni di euro che darà ossigeno alla circolazione in Valle Brembana. È quanto ha annunciato nella mattinata di martedì 14 maggio l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità Maurizio Del Tenno, in visita alla sede bergamasca della Regione in via XX Settembre. Nelle ultime dichiarazioni ufficiali la giunta provinciale parlava ancora di obiettivo 2014 per la variante: ma la tabella di marcia slitta ora di qualche mese. La Regione ha anche annunciato un contributo di 625 mila euro per la manutenzione delle strade bergamasche. «Il finanziamento fa parte di uno stanziamento regionale destinato a interventi straordinari dovuti a calamità e situazioni di pronto intervento – ha commentato l’assessore -. Strade in ordine sono strade più sicure e più veloci sia per le persone che per le merci e sono un requisito indispensabile per rendere più competitivo questo territorio».

CONTINUA ARTICOLO »

Appassionati del meteo giocano al Totoneve

_Meteo Orobiche Non commentato »

meteoristi_b1--180x140Le previsioni del tempo e il fascino dei fiocchi: i moderatori del gruppo di Valbrembanaweb raccontano la «big snow. Succede che alla pizzata di Natale qualcuno pensi di portare la morosa. E succede, a un certo punto, che la poveretta candidamente ammetta che no, lei il freddo proprio non lo sopporta. E che sì, decisamente preferisce sole, caldo, spiaggia, mare. Non l’avesse mai detto. Gelo in sala. Insulti a raffica. Perché non c’è neanche da pensarle certe cose davanti agli uomini del meteo. Pjdona, Poss70 e Fabio76, all’anagrafe Pier Giuseppe Donadoni, 24 anni, di Poscante, Lino Pozzi, 42, di Almè, e Fabio Micheletti, 36, di Paladina, sono i «boss» del forum di meteorologia sul portale Valbrembanaweb.com. Nato nel 1998, in netto anticipo sui Giuliacci e le meteorine, è diventato un punto di riferimento per i patiti delle previsioni con 3.500 iscritti e una media di 3 mila visitatori al giorno, che lievitano a 7 mila quando si tiene un «evento». Pjdona, Poss70 e Fabio76 (ogni iscritto al forum è dotato di pseudonimo e foto di riconoscimento) ti stringono la mano e capisci subito due cose. La prima è che sono innamorati alla follia, ma proprio tanto, della «dama bianca», cioè la neve.

CONTINUA ARTICOLO »