E la Val Brembana rinasce con… lo zafferano

-La Valle Brembana Non commentato »

La Val Brembana prova a rinascere con un fiore. Da due anni alcune famiglie, raccogliendo l’invito del vicariato e dell’associazione Gente di Montagna, hanno iniziato a coltivare lo zafferano. Un esperimento che sta mettendo radici, tanto da gettare i semi di una nuova microeconomia su un territorio che più di altri è stato inaridito  dalla crisi. Tutto è partito dall’intuizione del vicario, don Alessandro Beghini. «Ci siamo chiesti che tipo di Chiesa vogliamo essere in questo tempo – spiega – . Non possiamo occuparci solo di liturgia, ma anche dei giovani che perdono il lavoro e abbandonano queste terre. Il mito dell’andare a far soldi in città è tramontato, occorre riscoprire alcune risorse e ricreare i legami perduti. Abbiamo incontrato gente di altre valli per capire quali soluzioni adottare. E abbiamo capito che servivano azioni concrete». Come acquistare dei bulbi e piantarli nel terreno. «Abbiamo scelto lo zafferano perché ci serviva un’idea originale, che suscitasse curiosità e facesse da catalizzatore». La gente ha cominciato a informarsi, cinque famiglie hanno iniziato la coltivazione su piccoli appezzamenti. Per partire basta un investimento di 150 euro, se va bene con il primo raccolto si arriva già a coprire la spesa. Poi i bulbi si riproducono e i fiori aumentano. Lo zafferano rende fino a 40 euro al grammo, ne basta poco per racimolare un piccolo gruzzolo.

CONTINUA ARTICOLO »

Crisi e Lavoro: Val Brembilla ne discute e presenta la Fondazione Scaglia

Brembilla Non commentato »

Val Brembilla – Ho un’idea imprenditoriale e vorrei svilupparla. Perché non provarci? Lascia perdere, di questi tempi. Buona parte delle speranze di chi sta per entrare nel mondo del lavoro, o perlomeno ci spera, o che intende avviare un’attività in proprio vengono costantemente frustrate da sentenze demoralizzanti, in grado di abbattere anche il più ottimista dei giovani aspiranti lavoratori. Quante volte si è sentito dire “di questi tempi”, un incubo, un vicolo cieco che invita a lasciar perdere, ad arrendersi, senza approfondire la questione, senza avere spiegazioni. Per chi, invece, vuole saperne di più appuntamento martedì 29 Settembre alle 20.30, nella sala riunioni dell’associazione V.A.B in piazza Volontariato­ a Val Brembilla, dove è in programma un incontro­-confronto sul tema del lavoro in un periodo di crisi come quello attuale.

CONTINUA ARTICOLO »

Zogno, otto pomeriggi di shopping tra spettacoli ed animazione

Zogno Non commentato »

We love shoppingZogno – We Love Shopping» è la nuova iniziativa dedicata alla promozione del commercio, ai bambini, alle famiglie e alla loro voglia di fare acquisti nella cittadina zognese. Nel centro commerciale «en plein air» ogni sabato pomeriggio, dal 6 giugno al 25 luglio, a partire dalle ore 16 alle ore 19, gli esercizi di vicinato del centro storico di Zogno saranno coinvolti in spettacoli di animazione ed intrattenimento. Ad alternarsi saranno trampolieri, animatori in sella a monocicli, prestigiatori, mangiafuoco, giocolieri e cantastorie, che allieteranno i bambini e gli adulti alle prese con lo shopping per le vie del capoluogo brembano. L’iniziativa, che preannuncia un’estate di intrattenimento ed animazione, è promossa dall’Assessorato al Commercio del Comune di Zogno, nell’ambito del progetto «Vallinfamiglia» del Distretto del Commercio «La porta della Valle Brembana», con il patrocinio dell’Associazione esercenti Punto Amico.

CONTINUA ARTICOLO »

Miniere riaperte ai turisti, pronte le guide volontarie

Dossena Non commentato »

Miniere-Dossena4Dossena – Dopo l’anteprima dello scorso dicembre, in occasione della festa di Santa Barbara, le antiche miniere di fluorite a Dossena riaprono ai turisti. Questa volta con un programma di visite organizzate e un’associazione di volontari ad hoc pronta a valorizzarle. Sabato l’evento che darà il via alla stagione delle miniere, per tutta l’estate. Un’iniziativa organizzata dal Comune con il «Gruppo giovani» guidato da Lidia Alcaini, dalla neoassociazione «Miniere di Dossena» e da Kairos Brembo Emotion: si parte la mattina, con la visita guidata gratuita, fino alle 14,30; sempre dalla mattina la possibilità di un tour gastronomico (appena all’ingresso delle miniere di Paglio Pignolino) tra otto stand di prodotti tipici brembani; alle 12 il «Pranzo del minatore» allestito ancora dal «Gruppo giovani».

CONTINUA ARTICOLO »