Da Arlecchino ai Tasso, S.Giovanni, Camerata e Dossena si alleano

Camerata Cornello, Dossena, San Giovanni Bianco Non commentato »

Valle Brembana – L’unione fa la forza. Soprattutto in tempi di crisi. Perché il patrimonio culturale è enorme: bastino i nomi di Arlecchino e della famiglia dei Tasso, ma le risorse per «vendere» questi tesori, pochi. Così San Giovanni Bianco, per tradizione patria di Arlecchino, Camerata Cornello, culla d’origine del casato dei Tasso, e Dossena, luogo di miniere e di antiche maschere, hanno deciso di allearsi. Sabato alle 10, nella sala polivalente (scuola media) di San Giovanni Bianco i sindaci presenteranno il polo culturale «Mercatorum e Priula. Vie di migranti, artisti, dei Tasso e di Arlecchino». Uniti dalle strade A unire le tre realtà due strade, la Via mercatorum, antica mulattieradei mercanti, e la Priula, carrozzabile verso l’Europa.

CONTINUA ARTICOLO »

Torri e cunicoli, prende forma il castello misterioso di Roncobello

Roncobello Non commentato »

Roncobello – Sta tornando alla luce un’opera storica che da secoli giaceva nascosta nella vegetazione che, indisturbata, è cresciuta sulla collina posta in località Forcella di Bordogna, frazione di Roncobello. Pochi resti e poche tracce lasciavano presagire ciò che sarebbe stato rinvenuto. Un castello di epoca bassomedievale: è questa la scoperta che i ricercatori storici Gabriele Medolago e Francesco Macario, nel corso della loro ricerca sulla storia di Roncobello, hanno fatto qualche anno fa, spinti dal nome «Castello» con cui viene chiamata la zona in cui si è svolto il ritrovamento.

CONTINUA ARTICOLO »

Non decolla l’hotel-anziani, Ostello chiuso cerca gestori

Camerata Cornello Non commentato »

Camerata Cornello – L’Ostello dei Tasso, albergo ristorante dal 2002 di proprietà del Comune di Camerata Cornello, andrà ancora in cerca di gestore. L’ennesimo, in questi 12 anni di vita della struttura, che hanno visto susseguirsi società poi quasi sempre alle prese con difficoltà economiche. Tanto che i più hanno abbandonato prima della naturale scadenza del contratto di affitto. Così è successo anche per l’ultima cooperativa che l’aveva preso in gestione nel 2010, composta da una trentina di soci della valle. Dopo un periodo di ospitalità anche di alcuni profughi, la scorsa estate era stato avviato un progetto di albergo -anziani. «Con il supporto di esperti e l’autorizzazione delle istituzioni – spiegano dalla cooperativa avevamo approntato un progetto di comunità alloggio di residenzialità “leggera” rivolta agli anziani.

CONTINUA ARTICOLO »

Traffico di rifiuti in casa: blitz della Forestale

Costa Serina Non commentato »

Costa Serina – Con un blitz gli uomini del Corpo Forestale dello Stato hanno stroncato un’attività illecita con al centro rifiuti speciali, anche pericolosi, che veniva svolta da diverso tempo da una famiglia di origine slava residente a Costa Serina. Le indagini, avviate tre mesi fa, sono state coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica Carmen Pugliese, ed effettuate dai carabinieri di Zogno attraverso osservazioni, pedinamenti e controlli dei movimenti dei componenti della famiglia slava. Si è così arrivati a individuare la provenienza dei rifiuti, gestiti senza alcuna autorizzazione in materia e con conseguenze sull’ambiente. Rete di connivenze Infatti, secondo gli inquirenti, questa situazione è stata resa possibile da una vasta rete di connivenze, sia in Valle Serina sia nella media Valle Brembana, costituita da negozi di elettrodomestici, referenti di piazzole ecologiche e anche privati che volevano disfarsi di rifiuti elettrici, elettronici, di batterie e pneumatici per auto.

CONTINUA ARTICOLO »