Manifattura Valle Brembana: c’è la firma sulla solidarietà

Zogno 2 Commenti »

Dopo l’accordo siglato alla vigilia di Natale, è stata ratificata ieri dalle parti la firma per un altro anno di solidarietà alla Manifattura Valle Brembana. Il contratto, che va a sovrapporsi al precedente in scadenza, coinvolgerà tutti gli attuali 377 lavoratori della storica azienda di Zogno, con un turnover che prevederà sempre almeno 150 persone per turno, con la più ampia rotazione possibile.

CONTINUA ARTICOLO »

Miti di Zogno, due anni di Cassa in deroga

Zogno Non commentato »

Raggiunto l’accordo al ministero del Lavoro per 66 lavoratori, dopo che l’azienda ha delocalizzato la produzione in Ungheria. È arrivato ieri da Roma il via libera per un ulteriore anno di Cassa in deroga alla Miti di Zogno, dopo il primo periodo che scadrà tra dieci giorni. I sindacati hanno infatti siglato l’accordo al ministero del Lavoro che prevede sicuramente il primo anno di ammortizzatore per i 66 lavoratori di Zogno (in gran parte donne), ma che implicitamente ne sottintende anche un secondo, visto che sarebbe già stato individuato il personale che lascerà l’azienda entro il 2010, permettendo così altri 12 mesi di «ossigeno», con scadenza il 18 gennaio 2012.

CONTINUA ARTICOLO »

Manifattura Valle Brembana, la Cig in deroga per 550 lavoratori

Zogno Non commentato »

Uno strumento importante che consente ai lavoratori di restare in azienda prolungando il periodo degli ammortizzatori sociali, in attesa della fatidica ripresa in grado di ridare ossigeno alle imprese. Viene considerata così la Cassa integrazione in deroga, che viene utilizzata non solo (per la gran parte) dalle piccole aziende artigiane che non possono accedere alla Cassa integrazione ordinaria ma anche da alcune aziende industriali, in particolare del settore tessile. In Cassa sono attualmente circa 550 lavoratori (408 alla Mvb di Zogno e 144 alla Mib di Pontirolo).

CONTINUA ARTICOLO »

Miti, c’è l’accordo ammortizzatori e incentivi all’esodo

Zogno, _Sanità e Welfare Non commentato »

miti_loghino_thumbnailA Zogno l’assemblea dei lavoratori approva l’intesa in vista del trasferimento delle attività in Ungheria. Accordo fatto alla Miti Spa di Zogno, l’azienda tessile specializzata in tessuti indemagliabili ed elasticizzati, che ha annunciato la cessazione delle attività a partire dalla fine del prossimo mese di luglio in seguito alla decisione della società (la cui proprietà fa capo alla famiglia Polli) di delocalizzare l’attività di tessitura in Ungheria.

CONTINUA ARTICOLO »