MVB in fallimento: 173 dipendenti aderiscono al progetto formativo

Zogno Non commentato »

Zogno – Sono in totale 173 i lavoratori della MVB in procedura fallimentare ad aver aderito al progetto formativo ideato nei mesi scorsi dallo specifico Tavolo provinciale che si sta occupando dell’azienda di Zogno, su iniziativa soprattutto delle organizzazioni sindacali. Autorizzato per decreto e finanziato con 200 mila euro dalla Regione Lombardia il 3 febbraio scorso, il progetto formativo è dunque pronto per partire: martedì 24 febbraio negli uffici provinciali di Borgo Santa Caterina a Bergamo è stato siglato l’accordo di partenariato tra Provincia, Comune di Zogno, la capofila di progetto ABF (Azienda Bergamasca Formazione), i sindacati, Confindustria, Imprese & Territorio e i diversi enti accreditati per l’erogazione della formazione. Lo stabilimento di Zogno è chiuso ormai da 10 mesi, cioè dal maggio 2014: in quel mese i lavoratori MVB erano 310, oggi ne sono rimasti 229.

CONTINUA ARTICOLO »

La Mvb si ferma, per 320 finisce il lavoro ai telai

-La Valle Brembana Non commentato »

logo_home_smallValle Brembana – «Dopo 33 anni qui, mi rimane solo questo: un grembiule logoro da portare a casa». Guida apre una busta di plastica e mostra il suo grembiule blu da lavoro: «Oggi abbiamo svuotato gli armadietti. Stasera (ieri per chi legge, ndr) alle 10 si chiude». A voler essere pessimisti, l’11 giugno 2014 è il giorno in cui la produzione della Manifattura Valle Brembana di Zogno si è fermata. Se si tratta di uno «stop» temporaneo, in attesa di acquirenti interessati a rilevare la storica azienda tessile, lo potrà dire soltanto il tempo. Perché ancora si lavora alla ricerca di imprenditori che intendano portare avanti l’attività della Mvb, oggi in concordato preventivo con finalità liquidatorie.

CONTINUA ARTICOLO »

Manifattura Valle Brembana, accordo per saldare gli stipendi arretrati

Zogno Non commentato »

logo_home_smallZogno – Doveva essere già tutto deciso – in fondo si trattava della ratifica di un accordo già definito nei suoi contorni – eppure una cinquantina di lavoratori ieri «piantonavano» la sede dell’assessorato al Lavoro come tante sentinelle. In corso c’era l’incontro fra la proprietà di Mvb – Manifattura Valle Brembana, rappresentanti delle istituzioni e sindacati per fare il punto sulla situazione dell’azienda tessile di Zogno e approdare ad un’intesa per il saldo delle mensilità arretrate. «Anche tre per qualcuno», dicevano in coro i dipendenti in presidio (ma non in sciopero), ma Massimo Trabattoni, amministratore delegato di Mvb, che intorno alle 13 ha lasciato la sede dell’assessorato con l’accordo in tasca, ci tiene a precisare che «la media è di 1,2 mensilità da corrispondere».

CONTINUA ARTICOLO »

Mvb di Zogno, cassa al posto della solidarietà

Zogno 2 Commenti »

Zogno – Cassa integrazione straordinaria al posto dei contratti di solidarietà. È ciò che ha proposto la Manifattura Valle Brembana di Zogno ai sindacati: Cigs di un anno per i 373 dipendenti, che prenderà il via il 10 gennaio, ma l’incontro di ieri in Regione si è concluso con un mancato accordo. A fronte dell’apertura di una procedura di mobilità, oggi ritirata, che interessava 242 dipendenti (all’inizio del 2006 i lavoratori erano circa 500), l’azienda ha deciso di ricorrere allo strumento della Cigs e non ai contratti di solidarietà (questo sarebbe il sesto rinnovo) «come invece avevano convenuto le parti, almeno fino alla fine di settembre, durante gli incontri sindacali» fanno sapere i sindacati.

CONTINUA ARTICOLO »