Quei soldi spettavano a noi, tre Comuni ai ferri corti

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Brembana – Quei soldi spettavano ai nostri progetti». Vanno giù duro i Comuni di Branzi, Isola di Fondra e San Pellegrino contro la Comunità montana Valle Brembana. Tanto da intraprendere un’azione legale per cercare di far valere le proprie ragioni. Motivo della querelle il Piano di sviluppo locale per la montagna (Pisl) 2012-2015, ovvero opere da realizzare per cui Regione Lombardia ha dato alla Comunità montana due milioni e 300 mila euro. I Comuni presentano i loro progetti per il finanziamento: alla Comunità montana ne arrivano 25 e la stesso ente stabilisce una graduatoria, ammettendone al finanziamento (in base alla risorse arrivata dalla Regione) 13. Nel frattempo, però, la Comunità montana rinuncia a due progetti di quelli finanziati.

CONTINUA ARTICOLO »

Galleria al buio, ciclista ferito, sulla ciclovia è ancora pericolo

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Brembana – Non è durata tre mesi la luce sulla ciclabile della Val Brembana. Da domenica scorsa – ma secondo altri ciclisti già dal 23 giugno – la galleria di 300 metri a Camerata Cornello è di nuovo al buio. L’impianto non funziona. L’altro ieri, un ciclista sessantunenne di Mozzo ha raccontato di non aver fatto in tempo a fermarsi, è caduto ferendosi a gambe e testa. E all’Aribi sono arrivate ancora segnalazioni del guasto. Non pare, quindi, risolto il problema della percorribilità della ciclabile nel tratto tra San Giovanni Bianco e Camerata Cornello. All’inizio dello scorso aprile, dopo un anno di chiusura proprio del tunnel più lungo, la Comunità montana, con 20 mila euro, aveva riparato l’impianto e ripristinato il transito.

CONTINUA ARTICOLO »

Valle Brembana, lungo la ciclovia pedalano il degrado e le polemiche

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Brembana, 28 febbraio 2013 – È ormai terreno di scontro la pista ciclabile della Valle Brembana, inaugurata tra fanfare e squilli di tromba nel 2007, ma entrata presto in una spirale di polemiche che sembra non finire. Le cause? Gallerie chiuse, deviazioni, frane, scarsa manutenzione, degrado e abbandono, Comuni che non accettano il passaggio di proprietà e altri che non vogliono sistemare a dovere il proprio tratto di ciclovia. E alcune amministrazioni e la Provincia di Bergamo hanno recentemente dichiarato di non essere più intenzionati a gestirla per non sostenere le spese.

CONTINUA ARTICOLO »

Ciclabile Valle Brembana nell’abbandono, gioiello da salvare

-La Valle Brembana Non commentato »

La pista ciclabile della Valle Brembana è una delle più belle del Nord Italia, un vero gioiello turistico, oggi purtroppo abbandonato, ma da salvare». Claudia Ratti, presidente di Aribi (Associazione per il rilancio della bicicletta, di Bergamo), interviene nel dibattito che negli ultimi tempi si è accesso attorno alla ciclovia brembana; tracciato che, a sei anni dall’apertura, lamenta una manutenzione carente, con tratti in galleria chiusi e una (mancata) gestione troppo frammentaria. Recentemente la Provincia (che realizzò il tratto da San Pellegrino a Piazza Brembana) ha ceduto la gestione ai Comuni, ma non tutti hanno accettato il passaggio di competenze. Per non parlare di un tratto, ad Ambria di Zogno, che ancora transita su proprietà privata, visto che l’esproprio non è mai stato eseguito.

CONTINUA ARTICOLO »