Dolci torna dopo dieci anni, sostenuto dai giovani

Costa Serina Non commentato »

Costa Serina – Il bergamasco d’adozione, Luigi Elena, ligure di Cervo, non ce l’ha fatta. Sarà Fausto Dolci, già sindaco dal 1995 al 2004 e per dieci anni seduto fra i banchi della minoranza, a guidare Costa Serina per la prossima legislatura. Dolci, con la lista «Diamoci una mano», ha staccato di 52 voti la lista di Elena, «Pensare Comune per uno sviluppo sociale sostenibile ». Alla fine il risultato è stato abbastanza netto: 54,3% (331 voti) contro 45,7% (279). «Sapevamo che non sarebbe stato facile vincere – esordisce il neosindaco – ha pagato il programma che pone più attenzione nei confronti dei cittadini». Il candidato cervese, Elena, era sostenuto dalla maggioranza uscente, in primis dall’ex sindaco Paolo Cortinovis. Ma non è bastato.

CONTINUA ARTICOLO »

A un secolo di distanza la strage del Pianetti non è ancora chiara

-La Valle Brembana Non commentato »

Sono trascorsi quasi cento anni da quando la mattina del 13 Luglio 1914 Simone Pianetti assassinò 7 persone che vedeva come la causa dei propri fallimenti. Uno dei fatti di cronaca nera più efferati mai accaduti nella tranquilla Val Brembana e che molti non conoscono. Simone Pianetti all’epoca dei fatti era un uomo di 56 anni alto, biondo e con un carattere sanguineo, era sposato con una brava donna Carlotta Marini dalla quale avrà sette figli, con cui aprì una taverna appena fuori dal centro abitato di Camerata Cornello, in cui si poteva anche ballare. Dopo i primi tempi il Pianetti venne messo al centro di maldicenze in cui veniva bollato come libertino, anarchico e anticlericale.

CONTINUA ARTICOLO »

Cancervo-Venturosa Brunod e Bertasa padroni

San Giovanni Bianco Non commentato »

Skyrace Orobie – Uno splendido bis di Denis Brunod (Mont Avic) all’ottava edizione della «Skyrace Cancervo Venturosa» – 24 km, 1.500 metri di dislivello – andata in onda a San Giovanni Bianco. Si trattava di una delle gare più prestigiose del calendario nazionale, per cui il valdostano ambiva a ripetersi. Ha tentato di contrastarlo, ingaggiando un entusiasmante duello, il vincitore Ronaldo Piana (Recastello), secondo. I due hanno battagliato fin dalla partenza: Denis sempre avanti, sia pure di una manciata di secondi, Rolando in scia sul Cancervo e sul Venturosa e ancora giù per il discesone di oltre 10 km che porta al traguardo, e dietro loro a tenere onorevolmente il passo l’atleta di casa Riccardo Faverio (Gruppo sportivo Orobie). La classifica è così definita: primo Brunod in 2h15’31” con il vantaggio di 24″ su Piana, terzo a poco più di 2′ Faverio. A seguire, nell’ordine Franco Collè (Sant’Orso), Carlo Bellati (Premana), Flavio Tomelleri (Recastello), Antonio Rondi (Orobie), Mauro Agazzi (Scais 3038), Angelo Castelli (Valetudo Skyrunning) e l’inossidabile Antonio Baroni (Valetudo Skyrunning).

CONTINUA ARTICOLO »

A Carona caccia al cervo: sono incisioni protostoriche

Carona Non commentato »

Carona – Inizia oggi una nuova rubrica dedicata ai siti archeologici di Bergamo e provincia, per accompagnare i lettori curiosi e desiderosi di visitare queste testimonianze alla scoperta del mondo antico. A curarla sono i due archeologi Daniele Selmi e Cristina Salimbene. Il primo viaggio porta a Carona, ai recenti ritrovamenti fatti sulle pendici del Monte Aga. Sulle pendici del Monte Aga a quota 2100 – 2400 metri, a Carona, lungo il sentiero che dal passo Selletta porta al rifugio Calvi, è stata di recente scoperta dal Centro Storico Culturale Valle Brembana un’area di massi che recano incisioni ascrivibili a un arco di tempo amplissimo, dall’età protostorica al secolo scorso. Le tre località sono Le Torbiere (33 rocce), Aga (34 rocce) e Camisana, la più ricca di ritrovamenti (125 massi incisi – CMS in sigla).

CONTINUA ARTICOLO »