A Foppolo il Parallelo di Natale

Foppolo Non commentato »

Foppolo-Ski15Foppolo – l Parallelo di Natale 2013 si svolgerà martedì 24 dicembre, giorno di vigilia, in Valle Brembana, a Foppolo, la regina delle stazioni invernali bergamasche gemellata con Carona e San Simone di Valleve nel comprensorio sciistico Brembo Ski. Lo hanno concordato l’organizzatore Angelo Bertocchi, presidente dello Sci Club Selvino “Toni Morandi”, e gli operatori del centro turistico brembano, che entra così nella ristretta élite delle località ospitanti la tradizionale gara di Auguri degli sciatori Azzurri ai cultori degli sport sulla neve. In occasione dei 25 anni dalla prima edizione (avvenuta a Selvino nel 1988), il Parallelo di Natale 2013 assegnerà il “Memorial Rolly Marchi” dedicato al famoso ed indimenticabile giornalista recentemente scomparso e ideatore negli Anni ’70 della prima serie della manifestazione con cui le Nazionali di sci alpino aprivano la stagione insieme al “Pool” di fornitori tecnici della Fisi. Foppolo si prepara ad ospitare addirittura una “Due Giorni” dedicata al Parallelo di Natale 2013. Infatti lunedì 23 dicembre, il giorno prima della Gara degli Auguri, avrà luogo il Parallelo degli sci club orobici, i cui finalisti avranno in premio la partecipazione alla titolata competizione.

CONTINUA ARTICOLO »

Taragna e fuochi accendono la valle Brembana

-La Valle Brembana Non commentato »

Spettacolo-pirotecnico-San-Pellegrino2Valle Brembana – Un Ferragosto tra fuochi d’artificio, campanari, concerti e sagre a «go go». La Valle Brembana, tra oggi e domenica, sarà un pieno di eventi per chi vorrà trascorrere questi giorni di vacanza in riva al Brembo. San Pellegrino offre oggi le tradizionali «Bancarelle del Forte» da Forte dei Marmi, e dalle 22,30 lo spettacolo piromusicale. Per gli amanti di botti e fuochi colorati in cielo appuntamento anche a Zorzone di Oltre il Colle, alle 22, con gli Amici della Ferrari e la Pro loco. Sempre il centro turistico della Val Serina, propone stasera, alle 21, all’Arena, un concerto- tributo ad Adriano Celentano. Cambiando totalmente genere musicale, sempre in questi giorni, appuntamento con i campanari.

CONTINUA ARTICOLO »

Branzi e Oltre il Colle regine dell’estate

Branzi, Oltre il Colle Non commentato »

Valle Brembana – Dopo una partenza un po’ fiacca della stagione turistica in Val Brembana (Bergamo), agosto, come da tradizione, si è proclamato il mese delle villeggiatura per eccellenza. Fra le varie località brembane le più gettonate sono state Branzi comune dell’alta Val Brembana, posto a 874 mt d’altezza, e Oltre il Colle a 1030 mt adagiato in una verde conca nella secondaria Valle Serina. Il buon risultato è stato possibile grazie a un numero crescente di iniziative proposte dalle amministrazioni locali per tutte le età. A Branzi il clima fresco dovuto alla sua posizione all’ombra di imponenti montagne offre riparo ai milanesi in fuga dalla canicola cittadina unito all’attiva partecipazione degli abitanti e degli enti comunali che quest’estate hanno saputo invogliare il gran numero di turisti.

CONTINUA ARTICOLO »

La nascita degli autoservizi pubblici in Alta Valle Brembana

-La Valle Brembana Non commentato »

Alla fine dell’Ottocento la viabilità della Valle Brembana e soprattutto dell’Alta Valle era quella progettata e realizzata dall’amministrazione austriaca e rammodernata come carreggiabile dal nuovo Regno d’Italia. Era per lo più una viabilità che seguiva l’andamento del territorio, senza interventi di manufatti, ponti viadotti e gallerie, che rendessero più agevole e sicuro il percorso. La strada provinciale della Valle Brembana attraversava tutti i centri abitati, aveva una larghezza media di 4,20 ml tranne alcune strette nei centri di Sedrina, Zogno, alla Caneva di San Pellegrino e a Piazza Brembana dove la strada non era più larga di 2 ml. Il fondo stradale era in sterrato ricoperto di ghiaia, polveroso o infangato secondo il tempo e le stagioni. In Alta Valle la viabilità carreggiabile nel 1834 si fermava, nei due rami, da una parte a Branzi, dall’altra ad Averara e Cassiglio.

CONTINUA ARTICOLO »