San Giovanni Bianco azzera i debiti

San Giovanni Bianco Non commentato »

SAN GIOVANNI BIANCO – Gestione oculata delle spese, riduzione del costo del personale, e poi recupero Ici e maggiori introiti dagli oneri edilizi. Anche così il Comune di San Giovanni Bianco è rientrato nei conti. Nel 2008, in una speciale classifica della Corte dei conti pubblicata nel 2010, il Comune brembano era tra le dieci realtà amministrative con i debiti più alti. Lo scorso 7 maggio il Consiglio ha approvato il bilancio consuntivo del 2014, ovvero lo stato dei conti al 31 dicembre 2014.

CONTINUA ARTICOLO »

San Giovanni ultimo. Ma risaniamo: siamo all’80%

San Giovanni Bianco Non commentato »

cartina_sangiovannibiancoSan Giovanni Bianco è ancora all’ultimo posto, nella graduatoriabergamasca dei Comuni virtuosi. Con un indice di 12,47 e 11 punti di distacco da Monasterolo che lo precede, è ultimo come nel 2013. Ma poco alla volta risale la china: se nel 2010 il disavanzo di amministrazione era di 2.329.724 euro, al 31 dicembre del 2013 è stato ridotto a 545.121 euro. Come da tre anni a questa parte gli obiettivi amministrativi sono stati improntati tenendo in considerazione l’ingente disavanzo di amministrazione.«La situazione di San Giovanni Bianco è nota ormai da anni – spiega il sindaco Marco Milesi –, il nostro obiettivo primario è stato la riduzione del disavanzo e, seppure in una situazione economica globale non agevolante, siamo riusciti nell’intento.

CONTINUA ARTICOLO »

IMU delle centrali, così rischiamo lo sfascio

-La Valle Brembana Non commentato »

La centrale di ZognoValle Brembana – «Per il 2013 il Comune di Taleggio darà allo Stato 176 mila euro, per Imu e Tares. Il trasferimento dello Stato al Comune sarà invece di soli 40 mila euro circa. In buona sostanza è il nostro Comune che aiuta lo Stato. E questo, peraltro, lo vieni a sapere a fine anno». Così il sindaco di Taleggio e presidente della Comunità montana Valle Brembana Alberto Mazzoleni: il suo è uno dei 15 comuni vallari che daranno più soldi allo Stato di quanto ne riceveranno. «Non è giusto che i comuni virtuosi debbano contrattare con chi invece continua a sprecare risorse – spiega Mazzoleni –. Così non si può andare avanti anche perché poi la carenza di risorse si ripercuote necessariamente sui cittadini.

CONTINUA ARTICOLO »

Svuotamento lago Bernigolo Terzi: Intervento di valore per tutta la Val Brembana

Lenna Non commentato »

bernigolo1Lenna – “Il progetto che ci è stato presentato dalla Sede territoriale di Regione Lombardia ha un indubbio valore ambientale per la Val Brembana”. Così l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile di Regione Lombardia Claudia Maria Terzi durante il sopralluogo per lo svuotamento del Lago Bernigolo, (determinato dall’impianto idroelettrico di Lenna) giovedì a Moio de’ Calvi. “Quanto si sta facendo – ha continuato la titolare regionale dell’Ambiente – è la dimostrazione che non bisogna aver paura degli impianti di energia idroelettrica. La Lombardia ne ha moltissimi e hanno sempre rivestito un ruolo fondamentale per lo sviluppo economico del nostro Paese, povero di fonti fossili, che è stato in buona parte costruito sull’energia idroelettrica”.

CONTINUA ARTICOLO »