Brembilla, due famiglie sfollate a Catremerio per un masso caduto dal Crosnello

Brembilla Non commentato »

Brembilla – Un macigno è piombato l’altra notte su una casa della piccola frazione. La pietra ha sfondato un magazzino, ma non ci sono stati feriti. Due famiglie sono state sfollate dalle loro case dopo che un grosso masso si e’ staccato dalla montagna e ha sfondato il tetto di un vicino magazzino, sfiorando una delle abitazioni. Succede a Catremerio di Brembilla, in valle Brembana, dove esattamente dieci anni fa un enorme smottamento di terreno avvenuto durante un periodo di forti piogge aveva fatto crollare alcune villette a Camorone.

CONTINUA ARTICOLO »

Camorone, a dieci anni dalla terribile frana iniziano gli interventi

Brembilla Non commentato »

Brembilla – A distanza di dieci anni Camorone, frazione di Brembilla, non dimentica la terribile frana che giovedì 28 novembre 2002 sconvolse la vita del piccolo abitato e costò la casa a numerose persone. Lo smottamento (almeno un milione di metri cubi) investì il centro del paese, provocando la distruzione di ben 11 abitazioni e il grave danneggiamento di un’altra decina. Il disastro portò all’evacuazione di tutta la contrada: 100 famiglie, 280 sfollati. Negli edifici investiti dalla frana vivevano 15 famiglie, 42 persone in tutto, che persero casa e averi.

CONTINUA ARTICOLO »

Dieci anni fa la frana di Camorone, adesso gli ultimi lavori

Brembilla Non commentato »

Brembilla – Dieci anni fa una frana distrusse Camorone lasciando senza casa 13 famiglie. Lunedì la Giunta provinciale approverà il progetto esecutivo per gli ultimi lavori di messa in sicurezza, per un costo di 800 mila euro (fondi statali). Con il cantiere che si aprirà molto probabilmente il prossimo inverno o in primavera. Dieci anni, quindi, per sistemare in modo definitivo la profonda ferita che dal 28 novembre 2002 venne inferta alla frazione di Brembilla. Un disastro ancora fissato nella memoria di tutta la comunità.

CONTINUA ARTICOLO »

Interventi urgenti, ma le frane sono del 2002

Brembilla Non commentato »

Si scrive «interventi urgenti», si legge beffa. Perché il milione di euro di studi di fattibilità deliberati ieri dalla Giunta provinciale si riferisce a opere rese necessarie dalle frane del 2002. Manufatti per la sicurezza che però vedranno la luce dieci anni dopo, visto che i lavori, secondo le tabelle di marcia più ottimiste, partiranno a marzo. Si tratta di 800 mila euro per un’ulteriore sistemazione dei movimenti franosi a Camorone-Sottocamorone, a Brembilla, e 200 mila euro per l’adeguamento di un tombotto sulla strada della Valle Zuccotto, a Corna Piana, a Gandellino. Sui documenti che danno il via alla progettazione (a cura di via Tasso, appunto) la dicitura è «Sesto piano degli interventi urgenti conseguenti agli eventi atmosferici del mese di novembre 2002».

CONTINUA ARTICOLO »