Centrale a legna all’asta, terzo bando del Comune

Sedrina Non commentato »

CentraleSedrina – La centrale a biomassa (cippato di legno) e per il teleriscaldamento di Sedrina non ha ancora trovato il nuovo proprietario. Il Comune ha così indetto il terzo bando. Il primo, deserto, è del giugno scorso, il secondo di agosto (con un’offerta diversa da quella fissata nella gara e, quindi, per ora «accantonata» dal Comune); il terzo, pubblicato alla fine dello scorso mese, scadrà il 6 novembre. In vendita, di fatto, andrà la centrale e tutta la «Servizi comunali Sedrina» (Scs), controllata al 100% dal Comune che, causa le nuove normative, dovrà essere venduta entro fine anno. Costata 15 milioni di euro e realizzata nel 2007 e 2008, la centrale a biomassa con rete di teleriscaldamento (oggi gestita da una società francese), andrà all’asta a 101 mila euro, l’attuale capitale sociale della Scs. Cifra che tiene conto dell’indebitamento e di un contenzioso in essere tra la società stessa e il fallimento della Tail/Mlb, azienda di arredo camper e nautica di Sedrina, fallita tre anni fa; ditta da cui la Scs aveva acquistato parte dei terreni e degli immobili. Una vicenda complessa, iniziata cinque anni fa, quella che ora vede in guerra amministrazione comunale di Sedrina e Tail/Mlb. Nel 2008 la Tail chiese di poter spostare l’attività nell’ex cava di Benago, sempre a Sedrina, in cambio della vendita di capannoni e terreni a inizio paese, ora in parte di proprietà appunto della Scs.

CONTINUA ARTICOLO »

All’asta la società del Comune di Sedrina, con centrale a legna

Sedrina 2 Commenti »

Sedrina – Costata 15 milioni di euro e realizzata nel 2007 e 2008, la centrale a biomassa con rete di teleriscaldamento di Sedrina, ora va all’asta. È infatti proprietà della «Servizi comunali Sedrina» (la Scs, controllata al 100% dal Comune) che, causa le ultime leggi in materia, dovrà essere sciolta o venduta entro fine anno. Lo scontro con la Tail/Mlb Il prezzo a base d’asta, pubblicato recentemente sul bando comunale, è stato fissato in 101 mila euro, l’attuale capitale sociale della Scs, cifra che tiene conto dell’indebitamento e di un contenzioso in essere tra la società stessa e il fallimento della Tail/Mlb, azienda di arredo camper e nautica di Sedrina, fallita tre anni fa; ditta da cui la Scs aveva acquistato parte dei terreni e degli immobili.

CONTINUA ARTICOLO »

Strada sul Canto Alto stoppata, aveva sconfinato a Zogno

Sedrina 1 Commento »

Sedrina – La strada della polemica cerca un’altra direzione. Tutto colpa di uno sconfinamento sul territorio di Zogno. Parliamo dell’agrosilvopastorale che dall’ex cava Falck di Sedrina dovrebbe raggiungere, passando nel bosco, la località Fontanone, sempre in territorio di Sedrina. Strada voluta da un consorzio di 19 proprietari che dovrebbero utilizzare il tracciato per portare legna a valle. La scorsa primavera l’avvio dei lavori, con il conseguente sbancamento di terreno e il disbosco, aveva però sollevato qualche perplessità sulla bontà dell’intervento.

CONTINUA ARTICOLO »

Sedrina: Neve a macchie nere, la centrale ammette anomalie nel filtro

Sedrina 3 Commenti »

Sedrina – Prima la segnalazione dei residenti, poi la replica chiarificatrice del sindaco, ma le polveri nere sulla neve a Sedrina continuano a far discutere. Anche se ormai le polveri si sono dileguate come neve al sole. I fatti risalgono a metà febbraio quando alcuni residenti e proprietari di terreni vicino alla centrale termoelettrica di Benago lamentano la presenza di frammenti di cenere sulla neve, probabilmente fuoriusciti dalla stessa centrale.

CONTINUA ARTICOLO »