Serina, allevatori pronti a raggiungere gli alpeggi

Serina Non commentato »

mucche-valserinaVal Serina – Gli alpeggiatori aderenti all’Associazione manifestazioni agricole e zoo-tecniche di Valle Serina hanno rinnovato la tradizione dell’incontro prima della salita al monte per la stagione della monticazione del bestiame. Il tempo dell’alpeggio sarà soltanto verso la fine di maggio, ma si deve preparare quanto servirà nella baita alpestre, al momento in cui si prenderà il cammino verso gli alti pascoli della montagna dove si trascorreranno tre mesi quasi in isolamento. Ecco perciò l’incontro che si svolge ogni anno ai primi di maggio a Serina, nella sede sociale. Si partecipa alla Messa e si riceve il viatico del sacerdote per il lungo peregrinare estivo nei pascoli.

CONTINUA ARTICOLO »

Sul Venturosa festa dei monti e ricordo del 60° della croce

Camerata Cornello Non commentato »

Venturosa-P1090950Camerata Cornello – Si svolge domenica, sul monte Venturosa, sopra Camerata Cornello e San Giovanni Bianco, la «Festa della montagna», iniziata nell’estate del 1950. Quest’anno si celebrerà anche il 60° della posa della croce in ferro. Sarà un’occasione speciale, perché verrà chiesto a tutti i partecipanti di dare un contributo alla ricostruzione degli avvenimenti che si sono susseguiti dall’idea di realizzare la croce (era il 1949), alla posa della prima croce in legno (1950), all’attuale croce in ferro. È la storia della collaborazione di tante persone: gli alpini in primis, le istituzioni, i fratelli Cima dell’ex cartiera (da poco giunti in valle), ma anche tanta gente comune che ha messo a disposizione tempo, fatica e cibo. «È la storia dei nostri emigranti, che da lontano seguivano le fasi di realizzazione del monumento – spiegano gli organizzatori –. È la storia di una comunità guidata dalla fede». In questi anni Alberto Regazzoni e la moglie Alessandra Sonzogni hanno raccolto documenti storici, testimonianze e fotografie sulla croce.

CONTINUA ARTICOLO »

Resort di Foppolo venduto per metà Anche negli States

Foppolo Non commentato »

resortFoppolo – Ventotto appartamenti e un albergo da 35 camere, con maxi centro benessere da mille metri quadrati e due skiroom, più un ristorante, un pub, tre negozi, e ancora un salone giochi per bambini. È il Belmont, il nuovo resort di Foppolo che aprirà a dicembre, sul piazzale Alberghi. «Con servizi – spiega chi sta guidando l’operazione – che lo porrà tra i migliori, per qualità, di tutto l’arco alpino». E siamo solo al 10% del cosiddetto «Borgo 1630», di cui Belmont farà parte, ovvero il villaggio alpino completamente pedonale che, nell’arco dei prossimi cinque-sei anni, sorgerà al posto del piazzale principale della stazione sciistica dell’alta Val Brembana.

CONTINUA ARTICOLO »

Nasce la Baita della cultura brembana

-La Valle Brembana Non commentato »

Valle Brembana – Ospiterà i prodotti tipici della Valle Brembana, dai formaggi al miele, fino alle mele. Quindi l’artigianato, materiale informativo- promozionale ma anche attività didattiche rivolte a studenti e villeggianti. È la «Baita della cultura brembana », voluta dalla Comunità montana all’ingresso di Zogno, nei pressi delle Grotte delle meraviglie. Dopo circa un anno di lavori,l’apertura è prevista entro aprile. Soldi dall’Europa La «Baita» è ospitata in un edificio privato, ristrutturato e rialzato per dare una forma più «rurale», con un intervento di 94 mila euro (fondi europei per la valorizzazione delle tipicità locali), compresi materiale informativo, arredo e attività didattiche. Gli spazi utilizzati saranno a piano terra (accanto al negozio di caminetti), la parte in legno soprastante è stata realizzata solo per dare una forma simil baita all’immobile. «Nasce sulla falsariga di strutture per esempio già esistenti in Trentino – spiega il presidente della Comunità montana Alberto Mazzoleni –. Il turista, prima di lasciare la valle, potrà fermarsi per portare a casa un ricordo o un prodotto della nostra terra. A iniziare dai formaggi, nostra principale ricchezza».

CONTINUA ARTICOLO »