La casa del futuro è a Zogno

Zogno Non commentato »

green houseZogno – Si è tenuta venerdì 3 luglio l’inaugurazione della Green House di Zogno, edificio a «impatto zero» simbolo e prototipo della bioedilizia sostenibile, nel quale si potranno sperimentare e applicare politiche innovative in campo tecnologico, ambientale e sociale. Lo «zero energy building», voluto dalla Comunità montana Valle Brembana, realizzato all’interno del più ampio progetto «Covenant of Mayors», sarà aperto al pubblico e a completa disposizione del territorio per usi di tipo formativo, culturale e didattico. Quindi, non solo un luogo di attrazione e sensibilizzazione destinato ai temi ambientali, energetici e di sostenibilità, ma anche ai caratteri propri della Val Brembana e più in generale di tutto il territorio bergamasco. La casa ecologica sarà inoltre destinata ai 38 Sindaci del Covenant, diventando così il nuovo centro d’incontro e di riferimento per tutte le Amministrazioni comunali della Val Brembana, con l’ambizione neanche troppo nascosta di esserlo anche per tutte le altre (sono 150 le Amministrazioni che hanno sottoscritto il Patto dei sindaci in Provincia di Bergamo). «L’idea è nata da un viaggio nel 2010 a Bruxelles nell’ambito del Covenant of Mayors ed effettuato insieme al consigliere del Comitato economico e sociale europeo Antonello Pezzini e l’ex sindaco di Brembilla Gianni Salvi – ha affermato il presidente della Comunità montana Alberto Mazzoleni-.

CONTINUA ARTICOLO »

Inaugurazione Green House di Zogno

Zogno Non commentato »

1Zogno – La Green House di Zogno sarà inaugurata il prossimo venerdì 3 luglio 2015 alle ore 17.00. L’appuntamento è presso l’ex area Falck in via Locatelli 111. Dopo il taglio del nastro, i saluti delle Istituzioni: il presidente della Comunità montana Valle Brembana, Alberto Mazzoleni; il sindaco del Comune di Zogno,Ghisalberti Giuliano Sindaco; e il presidente della Provincia di Bergamo, Matteo Rossi. A seguire gli interventi di costruttori e tecnici, dell’Ing. Flaccadori, consigliere delegato ai Paes della Provincia di Bergamo;

CONTINUA ARTICOLO »

Mazzoleni, rieletto presidente delle Comunità Montane Lombarde

-La Valle Brembana Non commentato »

Foto

Il 20 gennaio 2015 presso la sede del Consiglio della Regione Lombardia a Palazzo Pirelli si è riunita la Conferenza dei Presidenti delle 23 Comunità Montane Lombarde che è tenuta a valutare i provvedimenti che le vengono assegnati, in tema di montagna, da parte della Giunta regionale o del sottosegretario competente per la montagna. All’ordine del giorno dell’incontro che ha visto la quasi totalità dei Presidenti presenti era l’elezione del Presidente e del Comitato ristretto ai sensi ex art. 14 c. 4 LR 19/2008 come integrato dall’art. 3 c. 1 lett. g) LR 22/2011. All’unanimità è stato riconfermato per il secondo mandato Alberto Mazzoleni, Presidente della Comunità Montana Valle Brembana e Sindaco di Taleggio, rappresentante l’area di Bergamo. Mazzoleni è stato anche indicato come rappresentante nel CAL, Consiglio delle Autonomie Locali.

CONTINUA ARTICOLO »

Il colore di Palma il Vecchio, un volume di Belotti a Serina

Serina Non commentato »

Palma-il-Vecchio-SerinaSerina – Un volume su Palma il Vecchio è stato presentato prima di Natale a Serina. Autori del volume «Palma il Vecchio, la diligente tenerezza del colore» sono Roberto Belotti per i testi, con Silvana Milesi coautrice per le illustrazioni. Ultimamente sono in costante aumento i momenti culturali proposti in Valle Brembana, in particolare quelli focalizzati su pubblicazioni di interesse vallare. Tra questi spiccano pubblicazioni di ricerche storiche o artistiche e in tal senso è stata di particolare valore la presentazione avvenuta a Serina in prossimità del Natale di un volume su Palma il Vecchio, il grande pittore del Rinascimento nato a Serina nel 1480. Il volume di Roberto Belotti, autore delle note biografiche, e di Silvana Milesi, che ha curato le illustrazioni delle opere, è edito dalla Corponove Editrice di Bergamo per conto dell’amministrazione comunale serinese e del Credito Bergamasco, che sta curando il restauro di alcune preziosissime opere dell’artista.

CONTINUA ARTICOLO »