bernigolo1Lenna – “Il progetto che ci è stato presentato dalla Sede territoriale di ha un indubbio valore ambientale per la ”. Così l’assessore regionale all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile di Claudia Maria Terzi durante il sopralluogo per lo svuotamento del Lago Bernigolo, (determinato dall’impianto idroelettrico di ) giovedì a Moio de’ . “Quanto si sta facendo – ha continuato la titolare regionale dell’Ambiente – è la dimostrazione che non bisogna aver paura degli di energia idroelettrica. La Lombardia ne ha moltissimi e hanno sempre rivestito un ruolo fondamentale per lo sviluppo economico del nostro Paese, povero di fonti fossili, che è stato in buona parte costruito sull’energia idroelettrica”.

PARTE DEL PAESAGGIO – “I Bergamaschi, d’altronde – ha raccontato l’assessore – ormai sono abituati a considerare i laghi formati dalle dighe delle parte del paesaggio, tanto che sono diventati destinazioni turistiche capaci d’integrarsi armoniosamente nell’ambiente in cui si inseriscono. Certo, le opere necessarie all’impianto di una hanno un impatto significativo, ma qui si tratta di interventi di piccola scala, che non stravolgono il clima o gli equilibri idrografici”.

INTERVENTO RISTABILISCE EQUILIBRIO NATURALE – “Grazie a questo progetto – ha fatto notare Terzi – non solo si va a ristabilire un equilibrio naturale per l’habitat fluviale, ma si contribuisce alla vita del fiume e alla sua fruibilità da parte dell’uomo lungo tutto il suo corso”.

I VANTAGGI – “Sarà inoltre possibile una migliore regolazione del Dmv (Deflusso minimo vitale), importante per salvaguardare l’ambiente e le necessità degli agricoltori – ha continuato l’assessore – grazie a un ‘polmone’ in più per migliorare la situazione dell’invaso a valle. Nelle scorse settimane siamo intervenuti sulla normativa di riferimento in questo campo: credo che questo progetto darà un contributo essenziale alle finalità della legge licenziata dal Consiglio regionale”.

RIDURRE L’IMPATTO DELLE PIENE – “Una migliore laminazione, poi – ha proseguito Terzi – potrà contribuire a ridurre l’impatto delle piene. Infine, il recupero dell’invaso sarà di grande rilevanza per l’appetibilità turistica della valle, in quanto ne trarrà giovamento la qualità paesaggistica: il lago, in questo modo – ha concluso l’assessore Terzi – sarà ancora più fruibile e diventare un’ulteriore occasione di rilancio turistico per la Val ”.

http://forum.valbrembanaweb.com/novita-valle-brembana-f52/lago-del-bernigolo-fogna-cielo-aperto-t6582-36.html