L’epicentro tra Albino, e Selvino: ma è stato avvertito fin nella Bassa . I vetri delle finestre sbattono, le pareti della casa scricchiolano e un boato da lontano si avvicinata gradualmente. Così molti bergamaschi si sono improvvisamente svegliati ieri notte tutta colpa di un terremoto di magnitudo 3.3 della scala Richter avvenuto alle ore 4, 13 minuti e 43 secondi. La scossa sismica è stata localizzata dalla Rete Sismica Nazionale dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia nel distretto sismico delle lombarde (Coordinate 45.771 gradi nord, 9.785 gradi est).

Il terremoto. L’epicentro del sisma è stato localizzato nella bassa , in particolare tra Albino, Aviatico e Selvino a una profondità di 3,4 chilometri.

Si è trattato di una scossa della durata di una decina di secondi, ampiamente avvertita in tutta la provincia, sia nella Valle Seriana (da dove è stata generata), ma fino anche alla Valle e alla pianura bergamasca (Isola e Bassa) dove il movimento tellurico si è propagato velocemente. Ma a parte la paura e la difficoltà a riprendere il sonno per chi è stato svegliato nel cuore della notte dal boato, non sono stati registrati particolari danni a cose o feriti. Soltanto alcune crepe nella chiesa di Bracca e in quelle delle frazioni di Freola, Pagliaro e Sambusita.

Alcune telefonate sono giunte alle centrali operative di carabinieri e pompieri, ma senza nessuna richiesta di intervento d’urgenza ma per la preoccupazione per le abitazioni. A pochi chilometri dal confine bergamasco, la terra aveva tremato solo tre giorni prima alle 23.31 di venerdì una scossa sismica era stata avvertita dalla popolazione nella provincia di Brescia. Secondo i rilievi dell’Istituto nazionale di Geofisica e vulcanologia l’evento sismico aveva avuto una magnitudo di 2.5.

La Lombardia è considerata un territorio a basso rischio sismico (livello 3). I Comuni a rischio identificati dal Piano regionale sono 41. Si trovano nella provincia di Cremona (Casaletto, Romanengo, Soncino e Picengo) di (Calcio, Fontanella, Pumenengo, Torre Pallavicina) e i restanti nella provincia di Brescia. A questi si aggiunge un solo comune nella provincia di Pavia Varzi.

Nella provincia bergamasca la terra non tremava dal 10 febbraio dello scorso anno quando venne registrato un terremoto di magnitudo 2,4. In precedenza, due movimenti tellurici vennero avvertiti il 23 dicembre 2008 (alle 16.24 e alle 22.50). Ancora prima il 23 marzo 2007, alle 6 e poi alle 13.30 due scosse di magnitudo 3,5
vennero registrate con epicentro a Cenate Sopra, Cenate Sotto e Trescore Balneario.

I sindaci di Albino e Selvino, i comuni dell’epicentro sismico hanno fato sapere di aver effettuato i sopralluoghi
negli edifici pubblici. Luca di Albino ha confermato di «non aver riscontrato danneggiamenti». Carmelo Ghilardi di Selvino ha spiegato «che fortunatamente tutti gli edifici sono apposto. Speriamo non si ripeta in futuro, sentiremo gli esperti per cercare di capire a cosa è dovuto questo terremoto.

Elisa Riva – Il Bergamo

http://forum.valbrembanaweb.com/comunicazioni-varie-f77/terremoto-stamane-tra-valli-seriana-brembana-t4419.html