Piazza Brembana – I boschi per secoli hanno nutrito la gente della montagna, hanno dato lavoro, sono stati fornitori di legname e di frutti. I tempi sono cambiati, il modo di vivere anche e il bosco di conseguenza è mutato, mostrando oggi tutte le sue sofferenze che, inevitabilmente, ricadono sull’uomo. Salvaguardare e valorizzare il bosco non è solo un fattore economico e ambientale, ma anche culturale perché riguarda la cultura tradizionale della montagna e perché ha a che fare profondamente con il nostro modo di vivere la montagna.

Piante e parassiti
Il culturale valle Brembana «Felice Riceputi» ha accolto, durante un’assemblea della primavera scorsa, la proposta di affrontare i problemi relativi all’ambiente boschivo. «Salvaguardia e valorizzazione dei boschi in valle Brembana» è il titolo del convegno che si terrà domani alle 9,30 nella sala polivalente della biblioteca di . Il tema della salvaguardia mette in luce tutti gli evidenti problemi del territorio, con la salute delle piante minacciata dai parassiti, la presenza nei boschi di molti alberi completamente secchi, pericolanti o caduti e un sottobosco spesso soffocato. La questione della valorizzazione vuole mettere in evidenza i tentativi già in atto in alcuni Comuni con progetti di prevenzione e cura. «Il bosco chiede aiuto – dice Tarcisio Bottani, presidente del culturale – non solo per se stesso ma per l’uomo. La nostra iniziativa vuole dare risalto al fatto che il bosco è importante ancora oggi, che non è luogo del passato e che si possono cercare strade per valorizzarlo al meglio».

Esperienze e confronto Il convegno si aprirà con il saluto di Bottani e di , presidente della Comunità Montana che offre il patrocinio all’evento. Il primo intervento sarà di Renato Ferlinghetti dell’ con una sintesi geo-storica per il contesto brembano. Il presidente del Consorzio forestale alta valle Brembana Raimondo Balicco tratterà della prevenzione e cura della salute dei boschi brembani, illustrando l’opera del Consorzio forestale. Franco Innocenti, esperto di castanicoltura, presenterà la coltivazione del castagno in valle e Roberto Dolci, impresario boschivo, porterà il racconto di alcune esperienze. Prima delle conclusioni è previsto il dibattito con il pubblico.

– L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti Piazza BrembanaFotografie Piazza Brembana
EscursioniManifestazioniCartoline antiche