aula_studioLa Provincia ospiterà venerdi il seminario dedicato agli insegnanti ched arà il via allo studio. L’officina dello storico riapre i portoni a docenti e studenti: seconda edizione dei laboratori di didattica su la cultura sociale, la storia dell’arte e le vicende storiche del territorio. Venerdi’, primo seminario rivolto agli insegnanti, ma il programma è ben più ampio e finirà nell’ottobre 2010, con la presentazione dei prodotti realizzati dalle classi partecipanti. Il progetto, in città, è realizzato dalla Fondazione Mia – Congregazione della Misericordia maggiore di , che ha messo a disposizione il proprio archivio e il patrimonio artistico e paesaggistico. Con il supporto dell’Ufficio scolastico provinciale e del Centro studi e ricerche archivio .

Il Laboratorio è dedicato alle scuole per «fornire una risposta articolata ed efficace alle esigenze di formazione e sensibilizzazione dei giovani al patrimonio culturale del territorio, promuovendo iniziative di studio, di ricerca e di documentazione in forma di laboratorio didattico multi e interdisciplinare». Infatti, tra gli obiettivi indicati nella nota informativa, anche quello di «fornire alla scuola gli strumenti per poter agire come reale mediatrice del patrimonio culturale». Ma si punta anche «sviluppare la dimensione identitaria e insieme la dimensione interculturale», e a «far luce sulle principali tematiche legate alla storia della società lombarda e nello specifico ». Obiettivi che emergono anche da quelli che sono gli ambiti tematici dell’offerta didattica specificati nel programma annuale. Il primo percorso è incentrato su «Storia della cultura e della società a Bergamo dall’età medievale a oggi». Il secondo ambito tematico riguarda la «Storia per biografie di nobili, borghesi, professionisti e filantropi protagonisti della storia e lombarda in età moderna e contemporanea con lettura storico-artistica dei loro ritratti».

Infine, l’ultimo percorso sarà su «Memoria del paesaggio e le trasformazioni del territorio tra i secoli XVII e XX attraverso la documentazione storica e i materiali iconografici prodotti dalla Misericordia maggiore di Bergamo per la gestione del suo patrimonio fondiario». Il materiale necessario per il laboratorio sarà messo a disposizione di docenti e studenti dall’equipe del L’officina dello storico. I ragazzi delle scuole primarie, medie e superiori, attraverso questo percorso «sono chiamati a vivere in prima persona un’esperienza di ricerca storica, a diretto contatto con fonti di varia natura, vestendo i panni dell’archivista e dello storico e dando forma a prodotti finali che vengono presentati al termine dell’anno scolastico e pubblicati on line».

Il Bergamo