Orobie Meteo – A pochi giorni dall’inizio meteorologico (1° Marzo) la stagione primaverile anticipa i “tempi” e la “chiusura” della stagione invernale. Una stagione invernale molto “avara” di emozioni e sopratutto di precipitazioni, a parte la fase cruenta “siberiana”. A fine stagione invernale, dopo giornate anticicloniche e per la stagione, è arrivato l’Orso siberiano, che per almeno una decina di giorni ha riportato le nostre Orobie a “sembianze” invernali, anche “ricordano” i tempi dei nostri nonni.

A fine Autunno alcuni centri previsionali nelle loro stagionali, avevano ipotizzato la stagione invernale molto precipitativa per i settori adriatici ed il sud, più asciutto il Settentrione. Nel fine settimana l’Alta pressione delle Azzorre ha subìto un lieve cedimento, a causa di correnti fredde artiche, in scorrimento verso la Penisola Balcanica, con fenomeni solo sui versanti adriatici.

Dopo un lieve decremento delle temperature tra le giornate di Lunedì 27 e Martedì 28 Febbraio, riprenderanno a salire, grazie ad una nuova espansione dell’Alta delle Azzorre, che porrà i suoi massimi sul bacino del Mediterraneo. Il flusso atlantico continuerà a scorrere ad alta latitudini, tra Penisola scandinava ed Isole Britanniche, rimanendo lontano dalle Orobie per più giorni. La stagione invernale si stà concludendo, come è iniziata: clima mite e poche precipitazioni. La lunga fase siccitosa iniziata ai prmi di Dicembre 2011 proseguirà ancora per giorni, in attesa di fronti atlantici “generosi” di precipitazioni. A questo punto potremmo decretare la fine “anticipata” della stagione invernale, supportata dalla maggioranza dei modelli previsionali.

Porro Fabio, collaboratore Orobie Meteo