Compenso dimezzato e impegno non riconosciuto». Pozzi: bisogna risparmiare. Lo scontro tra la maggioranza leghista e la lista di minoranza di Tiziana Bonaiti e Amelio Sonzogni a ha investito anche il «Rinascimento brembano», ente che si occupa della promozione culturale e, in particolare, della gestione di «Casa », della Casa di e di palazzo Boselli; da alcune settimane l’ente è senza direttore (il bibliotecario Eliseo Locatelli si è dimesso) e presidente (l’assessore Vittorio Rodi, anche lui dimissionario). E, secondo la minoranza (che ha presentato un’interpellanza), si rischia di «compromettere la corretta gestione dell’istituzione». In pratica le attività dell’ente, soprattutto di «Casa », sarebbero ferme.

«Dopo le dimissioni del direttore e la mancata assunzione della seconda bibliotecaria – sostiene il consigliere del Cda Tarcisio Bottani – l’istituzione è inattiva e le prospettive non sono rosee». «Non ho più accettato l’incarico – spiega l’ex direttore del “Rinascimento brembano” Eliseo Locatelli – perché l’indennità annua mi sarebbe stata dimezzata, da mille a 500 euro. E una decisione del genere non può essere motivata dal semplice risparmio economico. In realtà non mi sono stati riconosciuti impegno e produttività che, invece, in questi anni, ho sempre cercato di garantire. Nei progetti culturali di San Giovanni Bianco ho speso trent’anni della mia vita. Non posso che essere dispiaciuto per come sono stato trattato».

«L’indennità è stata ridotta – risponde il sindaco Pozzi – sempre per motivi di risparmio economico. Non c’è alcun motivo di astio personale». «L’incarico di presidente del “Rinascimento brembano” è stato assunto temporaneamente da me – continua il sindaco – in quanto, dopo le dimissioni di Rodi, ho preso io l’assessorato alla Cultura. Il nuovo direttore, invece, è già stato scelto ed è una persona di formazione scolastica e competenza degni dell’incarico». «L’ente proseguirà nelle sue attività ancora meglio di prima – conclude Pozzi – e il 7 novembre è convocato il Cda per programmare la mostra su Carlo Ceresa del 2009, in occasione del 400° della nascita del pittore».

L’Eco di

Alberghi, Ristoranti, Trattorie, Bed and Breakfast San Giovanni BiancoFotografie San Giovanni BiancoEscursioniManifestazioniCartoline antiche