Festa-Sergio-Bonaldi1Serina – Una sostanziale conferma delle opere pubbliche approvate nell’ultimo piano della vecchia Amministrazione comunale. È quanto è emerso nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale di che, all’ordine del giorno, aveva ilpiano triennale delle opere pubbliche. «Abbiamo mantenuto il piano approvato all’inizio dell’anno dalla precedente Amministrazione sulla cui linea vogliamo far proseguire il nostro lavoro», ha spiegato il sindaco Giovanni Fattori. Nel piano trovano quindi spazio la realizzazione di un campo sportivo e di una sala polivalente a , la riqualificazione del di , il rifacimento dell’acquedotto nella parte bassa di Serina, la sistemazione del palasport di Serina, la riqualificazione del centro storico di Valpiana, la sistemazione di mulattiere e sentieri e la messa in sicurezza del tratto stradale vicino all’attraversamento pedonale del parco alpini. Inoltre, con l’obiettivo del risparmio energetico, è stata inserita la riqualificazione energetica degli edifici comunali.

La minoranza ha votato contro spiegando che non ci sono priorità. Il sindaco Fattori ha inoltre annunciato che per il bando «6 mila campanili» l’Amministrazione ha presentatorichiesta di finanziamento per quanto riguarda la conclusione della riqualificazione del centro storico di Serina che interessa via Palma il Vecchio e piazza Umberto I per un importo di circa 780 mila euro. Sempre a maggioranza è stato votato il bilancio. Nel corso della discussione sono emersi la forte contrazione dei trasferimenti dello Stato e i vincoli legati al patto di stabilità che Serina è tenuta per il primo anno a rispettare: in totale sono più di 200 mila euro in meno a disposizione. «Inoltre – ha sottolineato il sindaco – anche l’avanzo di amministrazione di 114 mila euro è sostanzialmente fermo in quanto lo possiamo usare solo per l’abbattimento dei mutui. Crediamo che aver mantenuto nonostante le difficoltà i servizi ai cittadini sia un grande risultato».

Il capogruppo di minoranza Andrea Tiraboschi ha replicato: «Sappiamo che il periodo è difficile ma crediamo che ci vorrebbe più inventiva con la realizzazione anche di progetti a costo zero e con l’unione di più servizi ». Nel corso della seduta è stato approvato il piano allo studio ed è stato annunciato che il servizio per la raccolta rifiuti passerà alla Servizi comunali dal primo aprile 2014. Il sindaco ha inoltre comunicato le deleghe: il vicesindaco Angelo Cortinovis ha la delega ai Servizi sociali e all’Agricoltura, l’assessore esterno Orfeo Damiani ha la delega all’Ambiente e territorio, il consigliere Gianluigi Carrara ha delega al e all’artigianato, il consigliere Michel Moschetta quella allo Sport e al tempo libero e il consigliere Martino Epis quella alla Convenzione dei comuni per lo sviluppo economico e sociale della Serina.

Davide Cortinovis – L’Eco di Bergamo