billarboitoSerina – Il sindaco lo aveva già annunciato in Consiglio e ribadito la scorsa estate ai suoi concittadini, nel notiziario comunale: «Riteniamo corretto, in virtù delle elezioni amministrative previste per maggio 2013, che il nuovo Piano di governo del territorio venga adottato e approvato dalla nuova Amministrazione comunale». Così, oggi, è l’unico Comune della provincia a non aver avviato, di fatto, l’iter per il nuovo strumento urbnanistico. Nella sono 166 i Comuni che l’hanno già adottato, 76 quelli che l’hanno avviato ma sono in ritardo sulla tabella di marcia (a fine anno scadono i termini per l’adozione). Mentre Serina, guidata da due mandati consecutivi dal sindaco della Lega Michele Villarboito, ha deciso che il Pgt può ancora attendere. Nella prossima primavera scadrà il mandato amministrativo e il paese andrà al rinnovo del Consiglio. Villarboito si candiderà probabilmente come consigliere nella Lega ma non potrà ripresentarsi come sindaco. Si proporrà, invece, come primo cittadino nel vicino Comune di (nella lista dell’attuale sindaco Stefano Dentella).

«La decisione di rinviare l’iter per la stesura del Piano di governo del territorio è stata presa collegialmente con il mio gruppo già da qualche mese – spiega Villarboito –. L’anno prossimo si andrà a elezioni comunali e non ci sembrava corretto portare l’adozione o l’approvazione del nuovo strumento urbanistico a ridosso del voto. Secondo noi è stato un gesto di responsabilità: saranno il mio successore e il gruppo che uscirà vincitore dalle urne a programmare, stendere gli indirizzi e i contenuti del nuovo Piano di governo del territorio».

«È vero – prosegue Villarboito – che entro fine anno scade il termine per l’adozione. Non sono comunque previste sanzioni. In attesa del nuovo Piano del territorio le poche aree ancora edificabili in paese resteranno ferme. Anche se le interpretazioni su questo aspetto sono divergenti. L’auspicio, comunque, è che i termini di presentazione del nuovo strumento urbanistico possano essere prorogati». Così Serina dovrà per qualche tempo fare riferimento ancora al vecchio Piano regolatore, risalente al 1993 e modificato con una sostanziale variante intorno al 2005. Nel frattempo il Comune, comunque, non è stato a guardare. «Abbiamo iniziato a stendere la cartografia necessaria e preliminare al Pgt – continua Villarboito –. Lo studio geologico è stato adottato ed è in per il parere. Una volta avuto il via libera lo approveremo insieme al piano comunale per il reticolo idrico minore».

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di