Piazzatorre  – «Sono moderatamente ottimista. Per dicembre dovremmo farcela». Il sindaco di Michele Arioli non vuole però parlare di certezza assoluta. Così anche quest’anno, la stazione sciistica dell’alta Brembana dovrà correre contro . La scorsa stagione il ritardo dell’accordo con il proprietario degli impianti si sovrappose alla mancanza di neve: quindi non fu così doloroso. Ma quest’inverno potrebbe essere più generoso di neve. E, allora, sarebbe accelerare i tempi. La situazione: gli impianti di risalita di Torcola Vaga sono di proprietà della società «Alta Quota» che, dopo alcune stagioni in rosso, non è più disposta a gestire gli impianti e vuole vendere. Nel 2011 il Comune prese in affitto le e le aprì, quest’anno le trattative sono in corso ma si vuole arrivare a un accordo di lunga durata, per evitare, appunto a ogni inizio stagione, un’incertezza sicuramente dannosa per l’immagine della stazione e per l’indotto economico.

«Stiamo definendo con la proprietà gli ultimi dettagli del contratto – spiega il sindaco Arioli – e l’auspicio è quello di riuscire ad aprire gli impianti di Torcola Vaga per inizio dicembre. Vogliamo garantire una maggiore continuità, quindi, abbiamo chiesto un affitto di sei anni, in modo che il gestore (lo scorso anno la società “Piazzatorre ”, anche ora interlocutore privilegiato, ndr) possa anche fare un minimo di programmazione. Così come sarà certo il diritto di riscatto delle rate pagate in caso di successivo acquisto degli impianti da parte del Comune. Ora stiamo trattando per avere l’esclusività dell’acquisto, ovvero l’obbligo dei proprietari a vendere solo al Comune».

Molto più difficile appare la possibilità che per la stagione sciistica alle porte si riescano ad aprire gli impianti di Torcola Soliva (due anni fa collegati a Torcola Vaga grazie a uno skiweg). Anche qui la Sesp, società proprietaria, non vuole aprire e vuole vendere. «La situazione per Torcola Soliva è sicuramente più complicata – continua il sindaco –. Quest’anno vediamo di concentrarci sugli impianti in Vaga e portare a casa quelli». Intanto, grazie all’accordo di programma con la Regione, al Comune arriveranno 180 mila euro, ovvero il 20% dei fondi necessari (900 mila euro) per coprire le spese dello skiweg e per un nuovo parcheggio a servizio delle seggiovie.

Giovanni Ghisalberti – L’Eco di

Alberghi, pizzerie, ristoranti, appartamenti a Piazzatorre
Fotografie immagini di Piazzatorre
Escursioni sui sentieri di Piazzatorre
Manifestazioni a Piazzatorre in media Valle Brembana
Sciare a Piazzatorre sulle Torcole