Sedrina – Un’alleanza durata quasi vent’anni, dal 1994, con il loro alternarsi alla carica di sindaco e vicesindaco. Ma, evidentemente, in questi mesi, gli attriti sono stati più forti dei legami passati. Orfeo Damiani ha comunicato ufficialmente in Comune le sue dimissioni da vicesindaco e assessore ai Servizi alla persona, Istruzione e Cultura. Motivo, dichiarato nella lettera in municipio, le divergenze col sindaco Agostino Lenisa. «Diversità di vedute, nulla di più – tiene a smorzare Damiani, che è anche assessore all’Agricoltura in – ma non abbiamo litigato. Resterò comunque nella maggioranza». L’alleanza tra Lenisa e Damiani inizia con la vittoria nel 1994 alla guida della Lega: Lenisa è sindaco, Damiani vice. Nella successiva tornata è Damiani sindaco e Lenisa vice, ma il gruppo si stacca dalla Lega assumendo il nome di « Provincia autonoma», il movimento di Cappelluzzo.

Quindi le ultime due tornate elettorali con Lenisa sindaco e Damiani vice, in una civica. Fino alle recenti dimissioni. «Probabilmente Damiani si è dimesso per la difficile situazione finanziaria del Comune – commenta il consigliere di minoranza leghista Enzo Galizzi – dovuta ai debiti della Scs, la società interamente partecipata dal Comune».

L’Eco di Bergamo