Zogno – Brutta avventura venerdì per un pescatore di . Era in riva al Brembo, in località , quando è scivolato per quasi sei metri su rovi e rocce. È accaduto verso le 17 a Matteo , 25 anni di di Zogno, pescatore dall’età di sei anni. «Ho perso l’equilibrio e sono precipitato sulla scarpata, finendo su spuntoni di rocce – spiega –. Sono scivolato sulla e son finito giù. In tanti anni non mi era mai capitata una sventura simile». È finita con diverse contusioni e una frattura del bacino. «Appena scivolato pensavo di rimettermi in piedi e risalire la scarpata – precisa –, purtroppo mi sono accorto che non riuscivo più a muovermi e il dolore andava aumentando. Fortunatamente avevo il cellulare nella tasca del gilet, ho quindi avvertito i soccorsi».

Tempestivo l’intervento del 118 che ha inviato un’autoambulanza. Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Papa di , dopo una difficile operazione di recupero: i vigili del fuoco della stazione di Zogno, infatti, hanno dovuto legare il giovane e sollevarlo con carrucole e funi, con l’aiuto dei volontari del 118 e pure di alcune che si sono fermate per prestare i primi soccorsi in attesa dell’intervento di recupero. «Poteva essere ben peggiore l’esito di questa brutta avventura – conclude Ferrari –. Il mio consiglio ai colleghi è quello di evitare quella zona. Soprattutto d’inverno, non è la prima volta che succede a qualcuno di scivolare». Dopo una notte in ospedale e le medicazioni, Matteo Ferrari dovrà rimanere a letto per 20 giorni e successivamente altri 60 di stampelle.

L’Eco di Bergamo

Alberghi, pizzerie, ristoranti, appartamenti a ZognoFotografie immagini di ZognoEscursioni sui sentieri di ZognoManifestazioni a Zogno in media Valle Brembana