Zogno – La quinta rassegna culturale gastronomica “Sapori e cultura” prosegue sabato 23 Novembre 2013 a in un momento culturale alla riscoperta delle tradizioni in collaborazione con il Museo della di . L’abbinamento del vino alle castagne offre molte alternative. Le regole non sono tante e, come sempre, a guidarci deve essere il gusto personale. Di norma con le caldarroste, il modo più comune per preparare le castagne, si preferisce un vino rosso giovane, fragrante, vivace, volendo anche abboccato.Negli ultimi anni è cresciuta l’abitudine di bere con le castagne il vino novello, visto anche il periodo autunnale che caratterizza la vita di questi due prodotti. Nelle varie regioni, però, le tradizioni cambiano. Spesso alle castagne si accompagnava (e si accompagna ancora) il vino nuovo (che non è il novello!) o anche il mosto dolce. Il discorso dell’abbinamento cambia, ovviamente, se le castagne vengono usate come ingrediente in cucina per creare dei piatti che possono andare dai primi, ai secondi ai dolci. In questo caso il vino va scelto in base al piatto che abbiamo preparato.

SABATO 23 NOVEMBRE – ore 15,30

“Vino e Castagne”
abbinamenti enogastronomici a cura di un Sommelier di KappaVi; a seguire assaggi di prodotti tipici proposti dalla Associazione Esercenti Punto Amico di Zogno. Prima dell’incontro si svolgerà la premiazione delle della Fondazione Anna e Bernardino Belotti a.s. 2012/2013.