Riprenderà il 9 settembre la trattativa tra sindacato (segreterie nazionali di Flai-Cgil, Fai-Cisl e Uila-Uil oltre al coordinamento delle Rsu) e la Sanpellegrino per trovare un’intesa anche sugli aspetti normativi dell’integrativo. «L’intesa del 25 luglio sulla parte economica ha consentito di sbloccare la trattativa – dichiara il segretario generale della Flai-Cgil di Bergamo, Stefano Previtali -. Restano alcuni aspetti da chiarire come quello dell’applicazione del nuovo parametro della flessibilità organizzativa. A settembre al centro della discussione saranno il modello delle relazioni sindacali e la richiesta di estendere a tutti i 2.500 dipendenti del gruppo la cassa assistenza presente nello stabilimento (circa 500 dipendenti, stagionali inclusi NdR)».

L’intesa del mese scorso con l’azienda delle acque minerali del gruppo Nestlé Waters, alla quale fanno capo oltre al marchio Sanpellegrino, anche altre etichette note quali Levissima, Vera, Acqua Panna e Recoaro, prevede un incremento del salario variabile, cioè del premio per obiettivi, del 40% per il quadriennio 2008-2011: l’importo da erogare ai lavoratori arriverà, dunque, a 7.000 euro nei prossimi quattro anni, con un premio massimo annuo a regime nel 2011 di 2.000 euro per tutti i lavoratori.

L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi, Ristoranti e Appartamenti San Pellegrino Terme
Fotografie, immagini di San Pellegrino Terme
Escursioni, itinerari sui sentieri di San Pellegrino Terme
Manifestazioni, eventi a San Pellegrino Terme