Per la riqualificazione e la valorizzazione delle strutture termali stanzierà ulteriori 9,3 milioni di euro. E’ quanto prevede l’atto integrativo all’Accordo di programma (fi rmato nel 2007).  San Pellegrino Terme svela le carte e torna a parlare di rilancio. Un travagliato dalla crisi che ancora imperversa, reso maggiormente difficoltoso dai rallentamenti dei lavori causati dal , ha reso inevitabile lo slittamento dei piani sanciti negli Accordi di Programma.

“Siamo in una fase di stallo, – annuncia il vice sindaco , – che nostro malgrado sta prolungando i tempi di realizzazione, e nonostante ciò la popolazione deve mantenersi fi duciosa in merito al nostro operato”. Giro di boa e si riparte. Decisiva infatti si é rivelata la sottoscrizione fi rmata lo scorso 10 marzo, che ha visto la ridefi nizione dei tempi di attuazione relativi agli interventi precedentemente programmati.

La svolta giunge direttamente dai vertici della Regione, posta a garante di un patto che permette di ampliare i margini di crescita di quanto ora pare essere arenato. Così l’on. Formigoni, in pieno assenso con Silvia Lanzani assessore alle Grandi Infrastrutture della Provincia, ha avvallato un ingente contributo erogato dalle casse della Lombardia pari a 9.334.218 euro; un fi nanziamento che va ad assommarsi a quello precedentemente elargito dalla Camera di Commercio, per un ammontare comples- Si parla di rilancio, ma il clima rimane diffidente San , si riparte Per la riqualifi cazione e la valorizzazione delle strutture termali Regione Lombardia stanzierà ulteriori 9,3 milioni di euro. E’ quanto prevede l’atto integrativo all’Accordo di programma (fi rmato nel 2007) sivo che va a toccare i 21.000.000 di euro.

“Un intervento di qualità e quantità – ha detto il presidente lombardo – funzionale a una strategia complessiva di sviluppo per il territorio e dal quale ci aspettiamo risultati importanti per la ripresa economica dell’intera . Un progetto di eccellenza, e di grande impegno fi nanziario, per il quale pubblico e privato stanno lavorando in sinergia e sul quale insieme continueremo a vigilare perché si raggiungano gli obiettivi attesi per il rilancio economico dell’area”. Riemergono così i presupposti necessari che erano venuti a mancare in precedenza, pronti ad essere impiegati nelle opere di realizzazione delle Terme (8.000.000 di euro) e di completamento dei lavori di recupero presso il Casinò e l’ annesso Teatro (4.500.000 di euro). Un’ ampia panoramica dello svolgimento del progetto
porta a considerare la coerenza di un percorso cominciato dalle fondamenta, ovvie e indispensabili, che consentono di prendere in considerazione un recupero globale del territorio: rete stradale, fognaria, impianto d’illuminazione.

Primi benefi ciari di quanto svolto sino ad oggi sono, innanzitutto, i cittadini stessi. E’, questo, il momento di far chiarezza sulle sorti del . “É possibile ricavare dall’attuale struttura circa 110 camere, – spiega Milesi, – non certo sufficienti per soddisfare la porzione di mercato turistico che vorremmo ricoprire”. Sorge dunque l’ ipotesi della depandance; più di un’idea, bensì uno studio vero e proprio del quale si auspica l’ inserimento all’ interno del Piano di Governo del Territorio attualmente in fase di redazione. Stabilita l’integrazione dell’ Accordo di Programma,
entro 120 giorni dalla sua sottoscrizione, saranno resi noti i tempi necessari alla conclusione dei cantieri che
interessano il Grand . Una situazione, questa, resa più chiara dall’attuale P.R.G., in vigore dal 1996, che svela ulteriori margini di crescita conseguibili con la mutilazione del Parco dell’Albergo, che garantirebbe il raddoppiamento degli spazi della Palestra Comunale, oltre all’ampliamento di quel 20% che concerne la volumetria complessiva del Grand , fruibile dal restante verde del parco. Dopo il periodo dei mugugni si riapre uno spiraglio per la ripresa, a pieno ritmo, dei lavori per ridare competitività a San Pellegrino in ambito turistico e proporsi come ingranaggio basilare per muovere l’economia vallare.

dal mensile InterValli

Fotografie restauro Grand Hotel di San Pellegrino Terme (16-10-2009)

Hotel, Alberghi e Appartamenti S.Pellegrino TermeFotografie