Continua a far discutere il futuro dell’ospedale di San Giovanni Bianco. Nella recente assemblea dei sindaci della è stata a lungo discussa la mozione che prevedeva la richiesta al Pirellone di afferire il presidio di – che attualmente fa capo all’Azienda ospedaliera di Treviglio – all’Ao di Bergamo. Presentata dai componenti della minoranza Carmelo Goglio e Vittorio Milesi, rispettivamente vicesindaci di Olmo al Brembo e San Pellegrino Terme, la mozione è stata respinta con 19 voti contrari, 3 astenuti e 7 favorevoli. «Sono anni che se ne dibatte, sono state raccolte 8.807 firme dei cittadini della valle, 28 Comuni nel 2007 hanno approvato un documento inerente al nuovo afferimento: è ora di inoltrare la richiesta alla Regione».

Questione di tempi
Immediata, e a più voci, la replica dei gruppi Lega, Pdl e indipendenti. «È un problema che ci trasciniamo da anni e siamo d’accordo che presto debba essere risolto – ha detto Franco Zani (Dossena), capogruppo degli indipendenti –. Oggi, però, non siamo pronti. A fine anno sarà nominato il nuovo direttore ospedaliero e lì dovremo insistere per garantire un miglior servizio sanitario ai nostri cittadini». «La mozione è utile, ma i tempi non sono maturi», ha aggiunto Gianfranco Lazzarini (Camerata Cornello), capogruppo del Pdl. «Non credo che il trasferimento a Bergamo sia la soluzione migliore – ha detto il leghista Giuliano Ghisalberti (Zogno) –. Spesso dimentichiamo quanto la struttura ospedaliera di San Giovanni Bianco sia efficiente: l’ospedale funziona, bisogna solo potenziarlo».

Ha inoltre espresso contrarietà alla mozione l’esponente del Carroccio Michele Villarboito (Serina). Perplesso Ersilio Gotti (Ubiale Clanezzo) perché «pochi giorni prima abbiamo approvato un documento simile e ora lo stiamo bocciando». Durante l’assemblea, infatti, Goglio ha ritirato la mozione sostituendola con il documento presentato di recente dal presidente dell’Assemblea dei sindaci Asl, Ezio Remuzzi. Approvato nei giorni scorsi con 19 voti favorevoli e 2 contrari (Lega), il documento presentava la richiesta alla Regione di valutare l’ipotesi di afferimento dell’ospedale di San Giovanni Bianco a quello di Bergamo.

Dialogare con la Regione
A conclusione del dibattito, l’intervento dell’assessore alla Sanità, Ezio Remuzzi: «Chiediamo che in questa sede il documento sia ritirato, per permettere di aver ulteriore tempo per proseguire il dialogo intrapreso con la Regione. Non condividiamo la scelta di cambiare la mozione durante l’assemblea, perché numerosi sindaci non conoscono i contenuti del documento, non avendo partecipato di persona alla recente assemblea Asl (i sindaci possono delegare l’assessore ai Servizi sociali, ndr)». Remuzzi ha inoltre chiesto «compattezza tra i sindaci per risolvere questo problema». «Ancora una volta l’assemblea ha scelto di rimandare la decisione – ha detto in conclusione Milesi –, assumendosi una grave responsabilità che sarà pagata da tutti i cittadini, soprattutto dai più deboli e fragili».

Eleonora Arizzi – L’Eco di Bergamo