San Giovanni Bianco – Marco , 32 anni, bancario e capogruppo degli , è il nuovo sindaco di . Sconfitte le liste civiche di Roberto Monaci, appoggiata dal Pdl, e di Luciano Valaguzza, sostenuta dalla Lega. Il Carroccio, quindi, lascia la guida di dopo quattro mandati consecutivi. Visibilmente soddisfatto del risultato, Milesi ha seguito lo spoglio delle schede nella scuola elementare del capoluogo che ospita quattro seggi, i più affollati di elettori.

«Oltre le aspettative»
«Ero fiducioso in un risultato positivo – ha affermato già prima del completamento dello spoglio, quando ormai si profilava la vittoria del gruppo civico – ma non pensavamo di raggiungere un tale risultato. Ora siamo caricati di una grande responsabilità». «Sapevamo che la cittadinanza voleva un cambio amministrativo magari slegato da ben definite etichettature politiche – ha proseguito – e perciò nutrivamo un certo ottimismo ritenendo di interpretare i desideri di buona parte della comunità. Abbiamo ottenuto un largo consenso che esprime fiducia nei nostri confronti e ora dovremo corrispondere, avendo ben presente che saremo amministratori di tutta la comunità che deve essere ricostituita nei valori, forse un po’ persi di questi tempi. Ecco: fare comunità sarà il nostro primo impegno, chiamando tutti a dare una mano. Siamo ovviamente aperti a tutte le istanze che ci arriveranno dai cittadini e cercheremo di dare risposte serie e concrete».

Il nuovo sindaco dovrà affrontare il difficile scoglio del risanamento economico-finanziario. «Sapevamo che ci saremmo subito trovati di fronte al problema economico – ha affermato Milesi – e che ci aspetta un lavoro duro. Ma dobbiamo farcela per salvare il nostro paese. Chiediamo a tutti di darci una mano e contiamo su una corretta azione delle minoranze». In Consiglio, con Milesi, entrano anche Eva Rondi (167 preferenze), Amelio Sonzogni (165), Bernardo Galizzi (92), Pietro Salvetti (91), Remo Veronese (84), Paolo Belotti (72), Mauro Pesenti (55) e Grazia Rubis (54).

Monaci: rispettiamo il risultato
Non discutono il risultato del voto i candidati sindaci delle due minoranze. Ha affermato Roberto Monaci della lista «Per San Giovanni Bianco»: «Rispettiamo senza discussioni il risultato delle urne per cui onore al merito del nuovo sindaco e della sua squadra. Non sappiamo se e dove abbiamo sbagliato nell’impostazione della campagna elettorale».
E aggiunge: «Faremo coscientemente e correttamente il nostro dovere di consiglieri di minoranza, senza alcun preconcetto o pregiudiziale. Io siederò in Consiglio comunale anche per rispetto dei pur numerosi cittadini che ci hanno dato fiducia. A loro posso garantire che saremo costantemente attenti ai bisogni della comunità». Con Monaci entra in Consiglio anche Alessandro Balestra (Toti) che ha avuto 144 preferenze.

Valaguzza: campagna dura
Ha disertato le operazioni di scrutinio Luciano Valaguzza, candidato sindaco della lista «San Giovanni Bianco nel cuore», appoggiata dalla Lega, che forse ha ricevuto meno consensi del previsto, soprattutto nelle frazioni più popolose. «La campagna elettorale è stata molto dura – ha affermato – anche perché la nostra lista è stata oggetto di attacchi politici altamente scorretti e calunniosi ai quali abbiamo dovuto far fronte proprio nei giorni immediatamente precedenti il voto. Mi sento un po’ stanco e ho preferito restare lontano dai seggi». «Nei prossimi giorni – ha aggiunto – terremo una riunione del gruppo per fare una serena valutazione dei risultati del voto e per impostare l’azione amministrativa. Ci saremo io e il collega Ferdinando Begnis (43 voti, ndr) perché vogliamo onorare la fiducia che comunque in buona misura ci hanno riservato gli elettori. Saremo attenti all’azione della maggioranza, saremo soprattutto attenti alle istanze della comunità e solleciti a far sentire la sua voce in Consiglio».

Sergio Tiraboschi – L’Eco di

Alberghi, Ristoranti, trattorie San Giovanni BiancoFotografie San Giovanni Bianco
EscursioniManifestazioniCartoline antiche