San Pellegrino Terme – Da domani a venerdì, 102 studenti di 27 istituti lombardi con 30 docenti accompagnatori si incontrano a San per la Summer School «Incontriamo la matematica, la statistica e la fisica». Partecipano 14 istituti bergamaschi (Lussana, Mamoli, Mascheroni, Natta, Paleocapa, Quarenghi, Sarpi, Amaldi di Alzano, Celeri di Lovere, Einaudi di Dalmine, Federici di Trescore, La Traccia di Calcinate, Majorana di Seriate, Turoldo di ) e 13 da altre province lombarde (Banfi di Vimercate, Bassi di Lodi, Curie di Tradate, Curie di Meda, Frassati di Seveso, Gandini di Lodi, Geymonat di Tradate, Leibniz di Bormio, Leonardo da Vinci di Crema, Leonardo da Vinci di Gallarate, Marzoli di Palazzolo, Rota di Calolziocorte, Volta di Lodi).

«Un consenso ampio – commenta la dirigente provinciale Patrizia Graziani – a riprova del grande interesse per l’iniziativa e per il mondo della ricerca scientifica in ambito matematico, statistico e fisico. I ragazzi scopriranno i legami tra la scienza e la vita quotidiana, si faranno un’idea più chiara delle facoltà scientifiche in vista della futura scelta universitaria e individueranno anche gli sbocchi lavorativi grazie all’appoggio delle istituzioni sul territorio». Tre giorni d’immersione totale: conferenze al mattino, al Casinò municipale di San Pellegrino, laboratori interattivi al pomeriggio all’Istituto superiore Turoldo di Zogno. Le conferenze saranno tenute da docenti delle , Brescia, Camerino, Padova, Pisa. I partecipanti saranno ospitati al convitto dell’Istituto .

La summer school è pensata soprattutto come occasione di orientamento verso le facoltà scientifiche per gli studenti in 9,30, con il coordinamento di Giovanni Salesi si ascolterà la «Musica del mondo fisico»: non solo fisica della musica, ma la musica delle superstringhe a 11 dimensioni ai battiti di pulsar e buchi neri. Alle 11,30 Ippolito Perlasca racconterà di Arduino, piattaforma hardware libera. Il 6 settembre, ultimo giorno della Summer school, coordinatore: Caterina Scarpaci, al mattino si parla di statistica con Livio Finos e del «retrobottega» di Twitter con Linda Pagli. Le conclusioni alle 17,30 di venerdì. La scuola estiva è inserita nel Piano nazionale lauree scientifiche ed è organizzata dall’Ambiuscita dagli istituti superiori. All’apertura, domani alle 9, intervengono il direttore scolastico regionale Francesco De Sanctis, il rettore dell’università di Bergamo Stefano Paleari, il presidente della Provincia , il sindaco di San Pellegrino Vittorio Milesi, il dirigente provinciale Patrizia Graziani.

La coordinatrice della giornata è Adriana Gnudi che alle 10 introdurrà i relatori, Carlo Toffalori, che parlerà della «Incalcolabilità del mondo» e Luca Bertazzi che tratterà di programmazione dinamica: «Dal problema della diligenza all’ottimizzazione della logistica». Giovedì, alle 9,30, con il coordinamento di Giovanni Salesi si ascolterà la «Musica del mondo fisico»: non solo fisica della musica, ma la musica delle superstringhe a 11 dimensioni ai battiti di pulsar e buchi neri. Alle 11,30 Ippolito Perlasca racconterà di Arduino, piattaforma hardware libera. Il 6 settembre, ultimo giorno della Summer school, coordinatore: Caterina Scarpaci, al mattino si parla di statistica con Livio Finos e del «retrobottega» di Twitter con Linda Pagli. Le conclusioni alle 17,30 di venerdì. La scuola estiva è inserita nel Piano nazionale lauree scientifiche ed è organizzata dall’Ambto territoriale di Bergamo dell’Ufficio scolastico regionale in collaborazione con l’Università di Bergamo, il Centro MatNet, Confindustria Bergamo, Mathesis, Comitato per Paleocapa e Natta, di Zogno e Alberghiero di . Collaborano anche Pro Universitate Bergomensi, Associazione per la divulgazione scientifica «1, 2, 3, Scienza» e gli istituti «Majorana» di Seriate e «Paleocapa» di Bergamo.

L’Eco di Bergamo