Roncobello – È stata completata nella scuola primaria di l’aula di informatica per gli alunni. Con l’acquisto degli ultimi tre computer, l’amministrazione comunale ha dotato la scuola di una strumentazione pienamente corrispondente alle necessità didattiche. Il numero esiguo di bambini, otto in tutto, permette di poter avere un computer per ogni .

L’attenzione alla scuola è da sempre uno dei punti fondamentali nei programmi dell’amministrazione comunale. Il piano di diritto allo studio, presentato in Consiglio comunale, prevede stanziamenti per circa 44 mila euro. Una somma non indifferente per un paese di poche centinaia di abitanti. Sei i piccoli della scuola dell’infanzia, otto gli alunni della primaria e 13 quelli delle medie. Ma il numero limitato di studenti non limita le cifre che, ogni anno, il Comune stanzia per l’istruzione. «L’Amministrazione vuole investire e non “spendere” risorse – ha spiegato l’assessore Paola (Uniti per Roncobello) –. L’obiettivo è quello di mantenere il domani di Roncobello. Reperire i fondi non è facile, ma cercheremo con il nostro impegno di non far venir meno quel sostegno che serve per migliorare gli ambienti scolastici, i servizi e la qualità di vita delle famiglie».

La gestione in economia del trasporto scolastico per la scuola materna e elementare, con l’utilizzo dei dipendenti comunali per cinque giorni alla settimana, viene estesa anche al sabato, visti i costi troppo elevati richiesti dalle ditte private in rapporto al numero di alunni. Con il contributo del 50% della spesa per il servizio ai ragazzi delle scuole medie, la somma totale destinata al trasporto è di circa 7.000 euro. Quindicimila euro è la cifra destinata alla scuola materna parrocchiale Papa e 700 euro, 100 euro per ogni alunno, sono stanziati per l’acquisto dei libri di testo del primo anno della scuola media.

Riconfermati nel piano anche i premi di studio a favore di studenti meritevoli che saranno assegnati a chi giunge al termine di un ciclo di studi con ottimi risultati. Gli universitari che presenteranno una tesi di laurea su un argomento legato a Roncobello o all’alta riceveranno un premio di 500 euro. «A tutto questo – spiega il sindaco Andrea Milesi – va aggiunto il materiale per il sostegno dell’attività didattica, il contributo alle spese di funzionamento e manutenzione e la gestione dell’Ufficio scuola. La nostra volontà è quella di sostenere la presenza di un servizio così importante come la scuola».

La presentazione del piano in Consiglio ha ricevuto il voto favorevole anche del gruppo di minoranza «Incontri». «Per le famiglie – ha detto Giuseppe Morgante – restare a vivere qui comporta un impegno notevole. Il tema della scuola è sempre stato affrontato con interesse, nel tempo, sia dalla maggioranza che dalla minoranza. Siamo favorevoli alle scelte fatte, speriamo che il numero di bambini possa aumentare e che possiamo mantenere le strutture esistenti».

Monica – L’Eco di