Roncobello – L’appuntamento con il voto, a Roncobello, ripropone in buona parte la sfida di cinque anni fa. Le due liste in campo, infatti, sono «Uniti per Roncobello», guidata dal sindaco uscente Andrea Milesi, operaio, 49 anni, e «Incontri», con Silvia Bertolini, commerciante, 43 anni, che, rispetto al 2009, prende il posto di Luciano Gervasoni (in caso di vittoria Gervasoni ricoprirebbe l’incarico di vicesindaco). Il confronto fra i due candidati parte da due presupposti diversi.

Perché, se da un lato Milesi assicura di «chiudere, a breve, il conto consuntivo del 2013 con un avanzo di 47 mila euro», Bertolini mette in primo piano, come azione da adottare una volta in Comune, una strategia per «contenere e ripianare un debito trentennale causato dall’accensione nel corso degli anni di mutui. Uno degli obiettivi principali sarà quello di ridurli per poter fare nuovi investimenti». Ma per il primo cittadino «questa cosa non sta né in cielo né in terra. Il piano di rientro si fa quando si hanno debiti fuori bilancio, che a Roncobello non esistono. I mutui che abbiamo sono la normalità per un Comune che ha realizzato opere e ha speso soldi per i cittadini. Il nostro Valli Brembana e Imagna tasso di indebitamento – conclude Milesi – è in linea con l’8%, rispetto alle entrate dell’ente, stabilito dalla legge».

L’attenzione dei due candidati è rivolta, seppur in maniera diversa, al servizio scolastico. Per Bertolini «è necessario andare incontro ai ragazzi che frequentano le scuole superiori. In questo senso cercheremo di contrattare con la Sab un programma di trasporti più elastico per favorire le esigenze degli studenti. Per i ragazzi delle medie, invece, vorremmo mantenere il contributo per la mobilità e introdurre, per tutti e tre gli anni, un buono per i libri di testo che si affianchi alla dote scuola della Regione». Secondo Milesi la priorità è mantenere «le scuole elementari aperte. Due anni fa c’era stato il rischio che chiudessero per i pochi alunni. I dati sulle nuove nascite ci tranquillizzano, ma le norme che regolamentano il numero per le pluriclassi potrebbe cambiare ». Oltre a ciò, Milesi intende «confermare il contributo per l’asilo parrocchiale e le che ogni anno diamo ai ragazzi che finiscono università e liceo. La novità è la creazione di un fondo per chi realizza una tesi di laurea su Roncobello».

Per quanto riguarda l’arredo urbano, i due candidati si trovano d’accordo. «Partendo dalle piccole cose, vogliamo migliorare il nostro territorio – commenta Bertolini – è inutile, in questo momento, pensare a progetti che implichino spese consistenti». Il programma di Milesi prevede «il rifacimento e l’abbellimento dei tre borghi di Roncobello, Baresi e . Nei cinque anni vorremmo rinnovare il sistema d’illuminazione pubblica puntando sul risparmio energetico. Uno dei progetti più importanti, infine, riguarda l’ex colonia di Baresi, demolita qualche anno fa. In quell’area, ora in mano a privati, ci piacerebbe realizzare un parcheggio interrato e, in superficie, un giardinetto e un parco giochi».

Alberto Marzocchi – L’Eco di

Alberghi, Ristoranti e Appartamenti RoncobelloFotografie Roncobello
EscursioniManifestazioniCartoline antiche – Scialpinismo Roncobello