corteo-roncobello1Da sessant’anni gli alpini sono una presenza viva di Roncobello e la festa per il 60° ha dimostrato l’affetto della popolazione. Dopo i primi due giorni di festa, con la deposizione della corona d’alloro al monumento ai Caduti di e , la mostra di cimeli della Grande Guerra e l’esibizione del Coro Orobico si sono svolte le cerimonie ufficiali al monumento di .

Presente Basilio Gervasoni, classe 1917, di Roncobello, reduce di Russia.

E fra gli alfieri la rappresentanza della sezione di Savona, col presidente Gian Mario Gervasoni. «Gli alpini hanno saputo costruire solidarietà, concretezza e amicizia – ha detto il sindaco -, veri piedistalli della nostra civiltà». Sul piazzale erano presenti anche i 17 bambini delle elementari. «Grazie per essere alpini soprattutto nel cuore – hanno detto -. Grazie per l’aiuto concreto che date al paese, per l’esempio del vostro lavoro e per averci avviato allo sport». «Sono contento della presenza dei reduci – ha detto il vicepresidente Ana di Giorgio Sonzogni -, nostre icone viventi. I politici guardano alla come un problema, gli alpini e i sindaci di la guardano come una risorsa».

Monica – L’Eco di Bergamo

Hotel, Alberghi e Appartamenti Roncobello
Fotografie immagini di Roncobello
Escursioni sentieri in Roncobello e dintorni