falesia-porta-delle-cornacchie122Sono state aperte agli appassionati di le falesie attrezzate Corna Piana e Porta delle Cornacchie, alte entrambe un centinaio di metri e poste a quota 1.150 metri di altitudine, in territorio di Roncobello. Sabato scorso, con una manifestazione informale a cui hanno preso parte anche alcuni , le due pareti, dopo circa tre anni, hanno ricevuto il «battesimo» da un gruppo di sportivi: presenti alla festa, alla Porta delle Cornacchie, Claudio Milesi e Alessio Gervasoni di , insieme a Mauro Scanzi di San Pellegrino tra i fautori della chiodatura della palestra naturale, quindi quattro istruttori del Cai di . La Porta delle Cornacchie, raggiungibile da Roncobello in un quarto d’ora e posta sul Brembo, sopra Fondra, dispone di una sessantina di itinerari chiodati, con il settore «Strapiombi» che venne chiodato da Bruno Tassi, conosciuto come il «Camòs».

Anche la Corna Piana, posta più a nord-est, è facilmente raggiungibile da Roncobello e, a valle, si trova anche uno spazio per il gioco dei bambini: è attrezzata con 15 itinerari. «La Porta delle Cornacchie – spiega Pietro Redondi, vicepresidente Cai dell’Alta Valle – rappresenta una delle falesie più belle della nostra provincia, facilmente raggiungibile e in posiziona panoramica. Una palestra naturale unica per gli appassioni dell’arrampicata».

L’Eco di Bergamo

FALESIA PORTA DELLE CORNACCHIE – RONCOBELLO