falesia-porta-delle-cornacchie122Sono state aperte agli appassionati di le falesie attrezzate Corna Piana e Porta delle Cornacchie, alte entrambe un centinaio di metri e poste a quota 1.150 metri di altitudine, in territorio di Roncobello. Sabato scorso, con una manifestazione informale a cui hanno preso parte anche alcuni , le due pareti, dopo circa tre anni, hanno ricevuto il «battesimo» da un gruppo di sportivi: presenti alla festa, alla Porta delle Cornacchie, Claudio Milesi e Alessio Gervasoni di Roncobello, insieme a Mauro Scanzi di San tra i fautori della chiodatura della palestra naturale, quindi quattro istruttori del Cai di . La Porta delle Cornacchie, raggiungibile da Roncobello in un quarto d’ora e posta sul , sopra Fondra, dispone di una sessantina di itinerari chiodati, con il settore «Strapiombi» che venne chiodato da Bruno Tassi, conosciuto come il «Camòs».

Anche la Corna Piana, posta più a nord-est, è facilmente raggiungibile da Roncobello e, a , si trova anche uno spazio per il gioco dei bambini: è attrezzata con 15 itinerari. «La Porta delle Cornacchie – spiega Pietro Redondi, vicepresidente Cai dell’Alta Brembana – rappresenta una delle falesie più belle della nostra provincia, facilmente raggiungibile e in posiziona panoramica. Una palestra naturale unica per gli appassioni dell’arrampicata».

L’Eco di Bergamo

FALESIA PORTA DELLE CORNACCHIE – RONCOBELLO