Grave ventinovenne di San Pellegrino Un volo di 40 metri dalla Corna Bianca. – Brutto incidente ieri per una giovane alpinista di . La ragazza è precipitata mentre stava scalando la Corna Bianca di Cornalba, in Valle , una delle palestre di freeclimbing più frequentate d’Italia e conosciuta pure all’estero.

L’infortunata, la ventinovenne Irene Sonzogni, è stata ricoverata agli e le sue condizioni sono piuttosto preoccupanti per i gravi traumi riportati in tutto il corpo, in particolare alla spina dorsale. Ieri sera la prognosi risultava ancora riservata: la rocciatrice è stata sottoposta ad approfonditi esami per diagnosticare le conseguenze dei traumi riportati nella caduta.

una falesia molto frequentata
La Corna Bianca sovrastante l’abitato di Cornalba è un paretone roccioso verticale alto una cinquantina di metri per una larghezza di oltre duecento, nel quale sono disegnate una cinquantina di «vie» e relative varianti. La parete o falesia – che prende il nome dalla roccia biancastra di cui è composta e che la rende visibile da lunga distanza – si raggiunge dopo una camminata di circa un quarto d’ora dal paese, ed ha peculiari caratteristiche per l’ libera (il freeclimbing) per le quali è entrata nel novero delle più famose palestre internazionali della disciplina sportiva in questione. La palestra naturale è frequentata durante i fine settimana da folti gruppi di climber e da alcuni anni vi si svolgono meeting internazionali di . Non vi si erano mai registrati incidenti degni di nota fino a ieri con la caduta della scalatrice sanpellegrinese. Le arrampicate per Irene Sonzogni sono una costante dei momenti liberi dal lavoro, e ieri, con un gruppo di una cinquantina di amici come lei appassionati di freeclimbing, la ragazza è salita a Cornalba dove la comitiva era intenzionata a trascorrere la giornata – favorevole sul piano meteorologico – affrontando salite sulle varie vie.

tradita da un appiglio
Arrampicatrice esperta e prudente, Irene Sonzogni è in grado di superare difficoltà alpinistiche ben superiori a quelle che hanno causato l’incidente di ieri, avvenuto verso le 13,30 alla ripresa delle arrampicate, dopo il pranzo consumato ai piedi della parete. Inspiegabile al momento la dinamica della caduta. Per quanto è stato possibile sapere, raccogliendo le voci di alcuni compagni di arrampicata, la ragazza potrebbe aver perso un appiglio e, pur debitamente in sicurezza, sarebbe rimbalzata più volte sulla parete finendone alla base dopo un volo di una quarantina di metri.

in eliambulanza ai riuniti
Gli amici – che si sono immediatamente resi conto della gravità della situazione – le hanno prestato i primi soccorsi, in attesa dell’arrivo di un nucleo del Servizio 118 giunto rapidamente sul posto con l’eliambulanza. La giovane – che non ha mai perso conoscenza – è stata preparata per essere issata a bordo del velivolo e quindi trasportata agli Ospedali Riuniti di Bergamo. Per gli accertamenti del caso sono intervenuti i carabinieri della stazione di Serina, che hanno raccolto le testimonianze dei compagni di scalata dell’infortunata i quali nel frattempo avevano già provveduto a informare dell’accaduto la famiglia a San Pellegrino Terme.

L’Eco di Bergamo

Alberghi, Ristoranti, appartamenti a Cornalba
Fotografie immagini di Cornalba
Escursioni sui sentieri di CornalbaManifestazioni ed eventi a Cornalba