San Pellegrino Terme – Verrà messo all’asta domani, alle 18, il cervo vittima di un atto di bracconaggio accaduto probabilmente nella notte tra venerdì e sabato scorsi, in località Ca’ Boffelli, ad Alino di San . Si tratta di un maschio di età presunta di quattro anni, di 200 chili, con un magnifico palco di corna con dieci punte. Raccontano gli agenti della Polizia provinciale, intervenuti per il recupero della carcassa: «Siamo stati avvertiti del ritrovamento sabato mattina dai cacciatori Luigi Gervasoni di e da Claudio Pesenti. Erano in zona in battuta di starne e, verso le 8,30, sono stati allertati dai cani che avevano fatto la scoperta. Hanno avvertito del ritrovamento la Polizia provinciale che ha inviato sul posto una pattuglia. Gli agenti, con l’aiuto dei due cacciatori, hanno provveduto al recupero per niente facile della carcassa dell’animale che è stata portata al macello convenzionato di Mario Corticelli di , a .

Qui un veterinario Asl ha sancito la commestibilità della carne e, quindi, la possibilità della vendita». «Si tratta sicuramente di un atto di bracconaggio – continuano gli agenti – che non è valso ad altro che all’abbattimento senza alcun frutto di un magnifico capo di selvaggina nobile. La gravità del fatto si appesantisce ulteriormente in quanto siamo nel periodo dell’accoppiamento, per cui gli esemplari sono maggiormente tutelati. Ad aggravare il reato si somma quello di caccia, in periodo di chiusura». Domani, alle 18, alla pizzeria «Palazz dol Miro» di Peghera si svolgerà l’asta. In sono stati recentemente censiti circa 170 cervi.

L’Eco di

Video: I possenti bramiti dei Cervi Brembani

Hotel, Alberghi e Appartamenti San Pellegrino TermeFotografie San Pellegrino Terme
EscursioniManifestazioniI Tesori del LibertyCartoline antiche