I ringhècc a e i gri a scandiranno il Triduo pasquale. Gli strumenti sono di legno, in forme e dimensioni diverse, producono un rumore caratteristico, dovuto allo sfregamento di palette flessibili contro una o più ruote dentate, a loro volta azionate da una manovella. L’ vuole che il rumore degli strumenti per le vie del paese scandisca i momenti della giornata religiosa, quando le campane delle chiese sono legate e in silenzio in ricordo della Passione. Da stasera fino alla veglia della Resurrezione, la tradizione prevede che gli strumenti siano suonati in paese nelle ore mattutine e serali, annunciando l’«Ave Maria», e a di venerdì e sabato Santo. A Cusio i gri annunciano anche l’inizio delle funzioni religiose.

Durante la veglia pasquale di Mezzoldo i ringhècc annunceranno inoltre la Resurrezione sotto il porticato della parrocchiale nel momento in cui le campane saranno slegate. L’ultima ringhettata a Mezzoldo sarà domenica a mezzogiorno: i giovani suonatori si ritroveranno alla piazza di fronte al municipio per un augurio a suon di ringhècc.

L’Eco di

ALBERGHI HOTEL RISTORANTI MEZZOLDO
FOTOGRAFIE IMMAGINI DI MEZZOLDO
ESCURSIONI SUI SENTIERI DI MEZZOLDO