Gerosa – Nuovo importante intervento di restauro per la parrocchiale di Santa Croce a . L’ultimo impegnativo recupero ha riguardato l’altare maggiore, manufatto in legno policromo e dorato del 1700. «L’altare – spiega il parroco don – occupa il centro del presbiterio. Aveva bisogno di manutenzione perché era molto deteriorato.

Tra i tanti problemi individuati dal restauratore Nicola Donadoni, il recupero della struttura lignea, gravemente deteriorata». E poi bruciature di candele, supporto ligneo indebolito e «mutilazioni» delle due piccole statue di San Rocco e Sant’Elena poste ai lati. Il costo per il recupero dell’altare è stato di 38.750 euro.

«Hanno contribuito tutti i parrocchiani – spiega il parroco – ma anche i villeggianti. Un forte contributo economico è arrivato dalla Fondazione della Comunità ». Il parroco ringrazia per la sensibilità i fedeli e, per il contributo, gli enti del territorio. E, nei giorni scorsi, l’altare è stato sormontato dalla spettacolare «raggia» settecentesca, in occasione del Triduo dei morti che si celebra in forma solenne ogni tre anni.

Silvia Salvi – L’Eco di