Taleggio – Importante novità nel panorama archeologico della :  alcuni mesi fa, nei pressi della Corna di , durante i lavori di scavo per la costruzione di una strada privata, sono stati rinvenuti nel terreno un gran numero di frammenti ceramici che, come afferma la dottoressa Cristina Longhi della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, per l’impasto, la forma e la decorazione sono attribuibili a una fase tarda dell’età del Bronzo (1400-1100 a.C. circa). La presenza dei frammenti, parte di recipienti di utilizzo quotidiano, indica che probabilmente nei pressi doveva sorgere un abitato. Nulla di certo può essere detto prima di un’indagine archeologica stratigrafica che verifichi se, di questa antica frequentazione, sia rimasta una testimonianza più consistente.

Per quanto ancora un fase di studio, i reperti sembrano dimostrare l’esistenza in loco di una comunità stabile, confermando la presenza dell’uomo nell’area prealpina, e nella Valle Brembana, in epoca che fino a pochi decenni fa si stentava a ipotizzare. La notizia del ritrovamento è pubblicata in anteprima su “Quaderni Brembani 12”, l’Annuario del Culturale Valle Brembana che viene presentato sabato 30, alle ore 15.00, al Museo della Valle di .

Tarcisio Bottani