radioamatori

Una radio e un’antenna appesa su una lunga canna da ed ecco rispondere dall’altro capo del mondo un radioamatore: il riconoscimento reciproco tramite il nominativo in sigla, lo scambio di saluti e tanta soddisfazione per essere riusciti a comunicare, tramite la propria radio, con qualcuno lontano. Alle potenzialità della radio si è potuto assistere a Santa Brigida, al raduno annuale dei radioamatori organizzato dal gruppo «Radioamatori Valle » in collaborazione con gli . Erano circa un centinaio i radioamatori, provenienti da tutto il Nord Italia e dalla Svizzera, che si sono ritrovati per conoscersi di persona e non solo via radio, scambiarsi consigli e farsi conoscere dal pubblico.

Abbiamo avuto anche l’occasione di presentare le spedizioni nelle isole Egadi e in Africa – spiega Andrea Pesenti di Brembilla, tra i soci fondatori del gruppo di radioamatori brembani, insieme a Leandro Pesenti Rossi di Santa Brigida, Benigno Ambrosioni di Ornica, Diego Salvetti di e Fabio Dolci di Costa e Enzo Peralta di – e proiettare le foto di alcuni soci che sono stati in Abruzzo come volontari per aiutare a comunicare via radio con le Prefetture, dato che nei giorni seguenti il terremoto era l’unico mezzo di comunicazione funzionante». Alla manifestazione c’è stato anche lo spazio per la solidarietà: la sera, infatti, grazie agli alpini di Santa Brigida guidato da Doriano Rovelli, è stata organizzata una cena con tombola, il cui ricavato è stato devoluto ai terremotati dell’Abruzzo.

Arizzi – L’Eco di Bergamo